Home / Comunicazione / Il Presidente

Il Presidente

L’Italia e la grande sete

La Regione Lazio, come noto, ha deciso che l’Acea azzeri ogni prelievo idrico dal lago di Bracciano, a trenta chilometri da Roma, entro venerdì 28 luglio per consentire il ripristino del livello naturale delle acque del bacino e della loro qualità. In gioco c’è la somministrazione (benché parziale) del prezioso …

Leggi di piú »

Seduzione, tradimento & pentimento

Dietrofront. Controesodo. Transumanza. Ritorno alle origini. La scelta del ministro Costa di lasciare il governo e l’orientamento di molti centristi di riavvicinarsi all’ovile del centrodestra la dice lunga sull’andamento degli umori nel Paese. Nulla si distrugge, tutto si trasforma. E’ il “made in Italy” più autentico, quello degli ondivaghi seriali da allegra compagnia, dei salti della quaglia, delle …

Leggi di piú »

Giovani costretti all’inutilità

Un giovane su cinque non studia, non lavora, non segue corsi di formazione. Succede in Italia. Accade, cioè, in un Paese reputato tra quelli “civili”. In una nazione che fa parte del G7, cioè dei Paesi più industrializzati al mondo. Ma il freddo dato diffuso nelle ultime ore da un …

Leggi di piú »

Boschi (e sogni) in fumo

Per decenni quando si è parlato di incendi (e di paradossi) al Sud sono riemersi puntuali i rilevanti numeri dei lavoratori forestali, a tempo indeterminato e precari, impegnati soprattutto in Sicilia (picco massimo: circa 26mila unità) e in Calabria (oltre 10mila). Per accentuare la bizzarria della situazione, si ricorreva in …

Leggi di piú »

Nostalgia canaglia

L’ultima discussione nell’agone politico rispolvera un argomento di scontro che non s’è mai eclissato dal dopoguerra ad oggi: quello sull’apologia del fascismo. Tematica che conferma come il nostro Paese continui ad avere difficoltà a fare i conti con la propria storia, anche quella più lontana, tra l’altro ancora costellata di …

Leggi di piú »

Quello che ci hanno detto le amministrative

Tenuto conto della parzialità di una tornata amministrativa, sia in termini numerici (tra l’altro con astensionismo record) sia per il contesto delle dinamiche locali, il voto dei ballottaggi ha però offerto uno scenario indiscutibile: la sinistra, nelle sue variegate e sempre meno distinguibili tinte, è stata sbaragliata. La sconfitta più …

Leggi di piú »

Il nostro omaggio ai borghi d’Italia

Il ministero dei Beni e attività culturali e del turismo ha ufficialmente proclamato “Anno dei borghi” questo 2017. Nella direttiva ministeriale che accompagna l’iniziativa viene evidenziata la ricchezza di “storia, cultura e tradizioni” dei borghi che costellano il territorio italiano. L’Unsic non ha voluto mancare all’appuntamento lanciando in questi giorni …

Leggi di piú »

Le agitazioni dei lavoratori (e quelle della politica)

L’ennesima conferma delle epocali trasformazioni in atto nel mondo del lavoro e della rappresentanza sindacale viene dalla pioggia di dichiarazioni contro lo sciopero dei trasporti attuato nella giornata di venerdì. Ha iniziato Luigi Gubitosi, commissario straordinario di Alitalia, definendo “da irresponsabili” l’agitazione dei trasporti, che ha coinvolto anche la sua …

Leggi di piú »

Terminate le lezioni, perché chiudere le scuole?

Come sindacato degli imprenditori, abbiamo sempre riservato massima attenzione all’istruzione scolastica. Perché senza ottime educazione e formazione, non si realizza un tessuto imprenditoriale d’eccellenza. Tra l’altro con l’alternanza scuola-lavoro, rafforzata nelle ultime stagioni con la cosiddetta “Buona scuola”, le aziende sono coinvolte direttamente – e con grandi responsabilità – nella …

Leggi di piú »

La “polveriera” del Medio Oriente

Analizzare la situazione di un territorio vasto e complesso come il Medio Oriente, da sempre caratterizzato da ostilità palesi e sotterranee e da innumerevoli e fragili equilibri (anche economici), non è facile. Ma una cosa è certa: l’attacco del sunnita Isis alla sciita Teheran, in questo Ramadam di attivismo geopolitico …

Leggi di piú »

Un lavoro sempre più “agile”

Ribaltare il rigido concetto di spazio e di tempo nell’ambito del contesto lavorativo. E’ questa la missione dello smart working (o “lavoro agile”), la modalità occupazionale che da una parte privilegia il tasso di produttività rispetto ai classici “cartellini da timbrare”, dall’altra mira ad apportare benefici all’esistenza dell’impiegato garantendogli una …

Leggi di piú »

A 25 anni dal sacrificio di Falcone

Nei giorni scorsi, nel corso di una lunga intervista rilasciata all’emittente “Sat2000”, Maria Falcone, sorella di Giovanni Falcone, del fratello ha ricordato e sottolineato con forza il ruolo di servitore dello stato. Parlare del giudice Falcone a distanza di 25 anni dalla sua tragica morte significa soprattutto ribadire l’appartenenza ad …

Leggi di piú »

Mezzogiorno: quel Sud che s’allontana

Nei giorni scorsi l’Eurispes ha presentato, a Palermo, il ventinovesimo Rapporto Italia con dati economici impietosi per il nostro Mezzogiorno. Sintetizzando, lo studio conferma la frammentazione sociale e l’esplosione delle povertà: detta così è una fotografia generica che si traduce, però – nella concretezza dell’esistenza quotidiana – nell’aumento del numero …

Leggi di piú »

La “questione romana”

Una buona notizia: Roma, città delle eterne contraddizioni ben immortalate nel racconto cinematografico della “Grande bellezza”, sta vivendo un periodo d’oro nel turismo. Tra i numerosi dati positivi, sono indicativi quelli della società Global Blue, specializzata in servizi tax free: nell’ultimo anno, nella Capitale, le vendite ai turisti russi sono …

Leggi di piú »

La lezione francese

Sul “Corriere della Sera” di oggi, Aldo Cazzullo, nell’editoriale di prima pagina sul voto francese di ieri, sintetizza efficacemente l’elezione di Emmanuel Macron all’Eliseo: “La Francia ha scelto il futuro, il mondo globale, l’Europa”. E’ questo l’elemento più certo, più tangibile, in un certo senso più “tranquillizzante” del responso – …

Leggi di piú »

Un pensiero al Venezuela

C’è voluta la trentina di morti ammazzati degli ultimi giorni nelle strade, soprattutto manifestanti anti-governativi, perché anche in Italia – e in generale nel vecchio continente – ci si accorgesse della tragedia che sta vivendo da anni il Venezuela. Un Paese geograficamente lontano, ma umanamente a noi vicino: a Caracas …

Leggi di piú »

L’immigrazione delle polemiche, tra solidarietà e business

Il tema dell’immigrazione è certamente uno dei più complessi e spinosi tra quelli attualmente dibattuti nell’agone politico. Innanzitutto perché spacca nettamente l’opinione pubblica: da una parte alimenta azioni di solidarietà concreta e di accoglienza, incoraggiate principalmente dal mondo cattolico e dalla sinistra più universalista; dall’altra semina inquietudine e atteggiamenti di …

Leggi di piú »

È giusto lavorare la domenica?

La vicenda dell’outlet di Serravalle Scrivia, in Piemonte, aperto persino a Pasqua tra le proteste dei lavoratori e dei sindacati, ha riacceso i riflettori su un dibattito infiammatosi soprattutto con l’affermazione dei centri commerciali, emblema della nuova frontiera dell’economia di mercato e di una flessibilità sempre più spinta: è giusto …

Leggi di piú »

Il ruolo delle aziende quando lo Stato arretra

La Ragioneria generale dello Stato, nell’ultima analisi riferita al 2015, evidenzia i problemi “demografici” della pubblica amministrazione. L’età anagrafica di oltre la metà dei dipendenti pubblici è superiore ai cinquant’anni: su poco più di tre milioni di “statali”, oltre un milione e 660 mila è nato, appunto, prima del 1967, …

Leggi di piú »