Home / Centro studi / Leggi e istituzioni / Def: bene il reddito d’inclusione, ma senza patronati e servizi per il lavoro i cittadini deboli sarebbero stati a loro stessi

Def: bene il reddito d’inclusione, ma senza patronati e servizi per il lavoro i cittadini deboli sarebbero stati a loro stessi

MamonePer Domenico Mamone, presidente dell’Unione nazionale sindacale imprenditori e coltivatori (Unsic), che promuove anche una delle grandi reti nazionali di patronato e servizi per il lavoro, “il Def annunciato oggi dal governo conferma l’annunciato reddito di inclusione per i più poveri. Bene, ma attenzione: una misura del genere non funziona in maniera automatica, senza che i patronati si facciano mediatori verso i più fragili e meno capaci districarsi nella burocrazia. Se poi si annuncia, giustamente, che i percettori del reddito d’inclusione devono essere “attivati” nella ricerca del lavoro, diciamo chiaramente che i Centri per l’impiego pubblici da soli non ce la faranno mai. Occorre un patto tra patronati, enti di formazione, servizi per l’impiego pubblici e privati – ha concluso Mamone.

Controlla anche

lavoro autonomo

Riforma del lavoro autonomo: l’approvazione dopo oltre un anno

Le “Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *