Home / Centro studi / Società / Mamone : “Crescita Iva a doppio taglio, danneggia i consumi alimentari e specialmente l’agricoltura locale, non crediamo aiuti la ripresa. Scambio con riduzione cuneo fiscale significa fare il gioco della torre tra priorità egualmente importanti”

Mamone : “Crescita Iva a doppio taglio, danneggia i consumi alimentari e specialmente l’agricoltura locale, non crediamo aiuti la ripresa. Scambio con riduzione cuneo fiscale significa fare il gioco della torre tra priorità egualmente importanti”

editorialefeb

“L’annuncio che il governo stia studiando l’aumento dell’Iva, inclusa, questa volta, anche l’Iva “ridotta” sugli alimentari e altri prodotti essenziali, ci preoccupa, in primo luogo come rappresentanti della piccola impresa agricola” così Domenico Mamone, presidente dell’Unione nazionale sindacale imprenditori coltivatori (Unsic). “E’ un fatto che la crisi comprime ha compresso il consumo di prodotti freschi, come la frutta, con conseguenze generali spesso sottovalutate, persino sulla salute della gente. L’Iva ordinaria e ridotta è oggi in Italia già alta, a paragone dei Paesi europei che dovrebbero costituire l’annunciata Europa a prima velocità (Italia 22%, Spagna 21%, Germania 19%, Francia 20%, e similmente funziona per l’Iva ridotta). La proposta di uno scambio con il pur necessario abbattimento del cuneo fiscale sul costo del lavoro lascia perplessi, perché sembra di dover gettare dalla torre l’una o l’altra di due priorità altrettanto essenziali”

Controlla anche

00081_27102011-e1463729645764-660x330

Uno sguardo al settore agricolo [di DOMENICO MAMONE*]

I punti di debolezza del settore agricolo che spiegano un certo ritardo strutturale sono ben …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *