Home / Comunicazione / Agricoltura, Pesca & Ambiente / Patate interrate protagoniste nel Beneventano

Patate interrate protagoniste nel Beneventano

Cautano, borgo sannita di duemila abitanti inserito tra i due massicci del Camposauro e del Taburno, ospiterà, dal 7 al 9 settembre l’evento “Taburno Experience”. La manifestazione proporrà a foodies, slow-trotters ed amanti del turismo esperienziale l’occasione di conoscere e gustare la patata interrata di montagna, alimento un tempo vitale per la popolazione del Taburno ed ingrediente base di numerose ricette locali.

Il paese, celebre anche per i pregiatissimi marmi che furono utilizzati dal Vanvitelli per la realizzazione di alcune sale della Reggia di Caserta, in occasione della kermesse sarà animato da workshop culinari, degustazioni, laboratori sensoriale e un mercato della terra

Le patate interrate, dopo essere state raccolte con la prima luna calante di settembre, sono soggette ad un’antichissima tecnica di conservazione: si ripongono sotto strati di foglie di felce e terreno a copertura della fossa, lungo i cigli che consentono lo scorrimento dell’acqua nel sottosuolo. Un rito di sussitenza che consente alle patate di montagna di superare le rigide temperature invernali, maturando sotto terra ed arricchendosi di sali minerali e particolari proprietà nutritive, come risulta dalla ricerca condotta dal dipartimento di Scienza dell’Alimentazione dell’azienda ospedaliera “Rummo” di Benevento.

Alla manifestazione parteciperanno anche rappresentanti istituzionali di diversi Paesi, con Polonia, Slovenia, Cipro, Svezia e Ungheria che hanno già aderito.

Il programma è particolarmente ricco e prevede, tra i numerosi appuntamenti, un convegno con workshop culinario a cura di Giuseppe Daddio (direttore e maestro chef scuola “Dolce&Salato” di Maddaloni), in collaborazione con Sabatino Cillo (“Cillo Grill & Barbecue House” di Airola, “stilista delle carni” ed ambasciatore dei prodotti tipici del Taburno), che interpreteranno in chiave moderna le ricette con la patata interrata (venerdì 7 settembre). Poi un laboratorio sensoriale (sabato 8), un tour tra le eccellenze storiche, artistiche, gastronomiche, paesaggistiche e un mercato della terra (domenica 9), con musica, stand enogastronomici e degustazioni ogni giorno.

(Gia.Cas.)

Controlla anche

Piemonte, adottato il nuovo Piano per la qualità dell’aria

E’ stato adottato dalla Giunta regionale del Piemonte il nuovo Piano regionale per la qualità …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *