venerdì , Aprile 19 2019
Home / Comunicazione / Agricoltura, Pesca & Ambiente / Turismo enogastronomico, la Sicilia prima meta italiana

Turismo enogastronomico, la Sicilia prima meta italiana

La meta più ambita per le vacanze enogastronomiche degli italiani? È la regione Sicilia che primeggia secondo il Rapporto sul turismo enogastronomico italiano 2019 presentato alla Bit di Milano, davanti a Toscana e Emilia Romagna.

“La Sicilia, punto d’incontro di molteplici civiltà – evidenzia il presidente della Regione Nello Musumeci – ha ereditato dal passato anche un immenso patrimonio di gusto. Qui l’arte del cibo è vincente quasi quanto quella dei beni culturali o dei luoghi naturali, così come confermano i dati del Rapporto, che vedono la nostra Isola ai primi posti fra le mete di chi si mette in viaggio con l’obiettivo di scoprire, e di riscoprire, sapori unici e straordinari. Un risultato che ci riempie d’orgoglio e che ci spinge a puntare ancora più forte sulla valorizzazione e sulla promozione dei nostri prodotti tipici in una terra che oggi conta il maggior numero di presìdi Slow food in Italia e che si contraddistingue per una biodiversità senza eguali”.

Secondo Roberta Garibaldi, autore del rapporto, questo è un dato importante, che certifica la crescente rilevanza di queste esperienze turistiche tra i viaggiatori del Belpaese. Fra le città italiane, Palermo si classifica in quinta posizione fra le aspirazioni dei turisti italiani. Un dato che si conferma anche per quanto riguarda i turisti enogastronomici italiani che hanno indicato tra le mete che desiderano visitare sempre la Sicilia al primo posto (15 per cento), seguita da Toscana (13 per cento) e Puglia (11,2 per cento).

E i numeri siciliani nel settore sono di tutto rispetto con un’ampia offerta di eccellenze enogastronomiche. Sono 33 prodotti agroalimentari a Indicazione geografica (17 Dop, 14 Igp e 2 Stg), e 31 vini a Denominazione (24 fra Docg e Doc). La Sicilia è quindi la quarta regione italiana per numero di prodotti agroalimentari certificati, ma anche terza per numero di aziende agricole con vite e per numero di frantoi. Fra i prodotti tipici più conosciuti dagli italiani, troviamo i cannoli siciliani (18 per cento), gli arancini (13 per cento) e la cassata siciliana (9 per cento). È la terza regione italiana per la quale gli italiani con maggior facilità riconoscono i prodotti tipici.

Check Also

Unsic lancia campagna su “Taranto positiva”

Provate a cercare la parola “Taranto” su Google e scoprirete che spesso la parte peggiore …