Home / Comunicazione / Primo piano / “Circular agronomics” (Horizon 2020) per i nutrienti nel sistema agroalimentare

“Circular agronomics” (Horizon 2020) per i nutrienti nel sistema agroalimentare

Da settembre 2018 è operativo il nuovo progetto “Circular agronomics”, il cui obiettivo è di promuovere nuove modalità per la gestione sostenibile e circolare dei nutrienti e del carbonio.

Le soluzioni si focalizzeranno sulla produzione di nuovi ammendanti organici per il suolo, con lo scopo di:

migliorare la gestione delle colture e dei pascoli per ottimizzare il ciclo dei nutrienti,

ottimizzare la gestione del bestiame e minimizzare le emissioni di gas serra,

contribuire alla valorizzazione dei nutrienti e del carbonio recuperati attraverso il trattamento degli effluenti di allevamento, del digestato, dei rifiuti alimentari e delle acque reflue delle industrie alimentari.

L’esperienza dei vari casi studio sarà rinforzata da una esaustiva valutazione ambientale e da un piano di gestione dedicato ai partner industriali. Tutto ciò, insieme ad una forte divulgazione delle attività del progetto a tutti gli stakeholders, sarà fondamentale per garantire la buona riuscita del progetto, la fattibilità a lungo termine delle soluzioni proposte e la loro integrazione nella politica europea.

Partner del progetto in Italia sono Fondazione Crpa Studi Ricerche e Sogesca.

Fondazione Crpa Studi Ricerche si occuperà di due casi di studio nell’area emiliano-romagnola (una delle cinque del progetto). Il primo caso di studio si fonda su pratiche di agricoltura conservativa, con lo scopo principale di migliorare la qualità dei suoli e ridurre gli impatti ambientali; il secondo caso di studio riguarda invece la tecnologia di microfiltrazione del digestato, che dovrebbe permetterne un utilizzo ottimizzato in fertirrigazione, anche attraverso le ali gocciolanti.

Sogesca contribuirà alla valutazione degli impatti ambientali determinati dalle pratiche testate nei casi studio ed analizzerà le attuali politiche europee, nazionali e regionali al fine di produrre delle raccomandazioni per l’elaborazione di politiche che facilitino il miglioramento dell’efficienza del settore nell’agronomia circolare.

Circular Agronomics è un consorzio costituito da 18 membri. Il progetto è finanziato dall’Unione europea attraverso il programma per la ricerca e l’innovazione Horizon 2020 sotto il contratto n. 773649.

Sono partner del consorzio:

– Institut De Recerca I Tecnologia Agroalimentaries-Irta, Spagna

– Kwb Kompententzzentrum Wasser Berlin Gemeinnutzige Gmbh, Germania

– Wageningen University Research, Olanda

– Institut Fur Agrar-Und Stadtökologische Projekte An Der Humboldt-Universität Zu Berlin (Iasp),

Germania

– Technische Universitaet Muenchen, Germania

– Hoehere Bundeslehr- Und Forschungsanstalt Fuer Landwirtschaft Raumberggumpenstein, Austria

– Centre De Recerca En Economia I Desenvolupament Agroalimentari-Upc-Irta, Spagna

– Teagasc – Agriculture And Food Development Authority, Irlanda

– Fondazione Crpa Studi Ricerche, Italia

– The Rural Investment Support For Europe Foundation, Belgio

– Sogesca srl., Italia

– Pondus Verfahrenstechnik Gmbh, Germania

– Ema Depuracio I Enginyeria De L’aigua Sl, Spagna

– Nutrients Recovery Systems, Belgio

– Eastern Africa Farmers Federation, Kenya

– Asio Spol Sro, Repubblica Ceca

– Soepenberg Fertilizers Bv, Olanda

– Agroscope, Svizzera

Per restare aggiornati sullo sviluppo del progetto, è possibile iscriversi alla newsletter semestrale al seguente link: http://eepurl.com/dJXG3Y.

Per maggiori informazioni, contattare: Victor Riau, victor.riau@irta.cat.

(Gia.Cas.)

Controlla anche

Pace fiscale, definitine le violazioni formali. Ecco le istruzioni delle Entrate

Stabilite regole, modalità e tempistica per la regolarizzazione degli errori formali che non incidono sulla …