Home / Comunicazione / Primo piano / Foundation for Environmental Education: bandiere blu a 175 comuni

Foundation for Environmental Education: bandiere blu a 175 comuni

Sono 175 i Comuni italiani, per complessive 368 spiagge, e 70 gli approdi turistici che quest’anno hanno ottenuto la ‘Bandiera blu’, riconoscimento internazionale assegnato dalla Foundation for environmental education (Fee). Numero in crescita di 12 Comuni (sedici i nuovi ingressi, mentre quattro sono usciti) rispetto a dodici mesi fa.
E’ la Liguria la regione con il maggior numero (ventisette). Segue la Toscana con diciannove, la Campania ne ha una in meno, tre in meno per le Marche, che perdono una Bandiera. La Puglia sale a quattordici, la Sardegna a tredici, l’Abruzzo e la Calabria a nove. Il Veneto conferma le otto Bandiere di un anno fa, come pure il Lazio. L’Emilia-Romagna aggiunge una Bandiera andando a sette e la Sicilia ne perde una scendendo a sei. La Basilicata sale a quattro con due nuovi ingressi ed il Friuli-Venezia Giulia conferma le due Bandiere dell’anno precedente. Infine il Molise: scende ad una Bandiera, una in meno dell’anno scorso.
“Anche per il 2018, annunciamo con soddisfazione, un aumento di Comuni Bandiera blu, saliti a ben 175 –
ha detto Claudio Mazza, presidente della Fee Italia. “Il turismo non può che essere sostenibile, in modo da garantire un equilibrio tra fruizione e tutela del patrimonio ambientale. Bandiera blu guida passo dopo passo i Comuni costieri a scegliere strategie di gestione sostenibile del proprio territorio, attraverso un percorso che giovi all’ambiente ed alla qualità della vita”
Sono quindi sedici le new entry rispetto al 2017, mentre quattro quelle uscite rispetto a un anno fa.
I 16 nuovi Comuni inseriti con le loro spiagge sono quelli di Scanno, in Abruzzo; Bernalda e Nova Siri in Basilicata; Tortora, Sellia Marina, in Calabria; Piano di Sorrento, Sorrento e Ispani, in Campania; Cattolica, in Emilia Romagna;  Trevignano Romano, nel Lazio; Aroma, in Piemonte; Peschici, Rodi Garganico e Zapponeta, in Puglia; Bari Sardo, Trinità d’Agultu e Vignola, in Sardegna.
Escono invece Anzio (Lazio), Gabicce Mare (Marche), Termoli (Molise) e Pozzallo (Sicilia).
Quanto agli approdi turistici, una sola uscita rispetto allo scorso anno: quello di Marina di Loano (Liguria), mentre ottengono la Bandiera blu la darsena turistica del porto di Cetraro (Calabria), di Porto San Vito (Friuli Venezia Giulia), Marina dell’Orso di poltu Quatu (Sardegna e Porto di Pisa (Toscana).

Controlla anche

Focus Pmi, la IX edizione a Milano il 10 ottobre

Avrà luogo mercoledì 10 ottobre a Palazzo Mezzanotte di Milano, sede della Borsa Italiana, la nona edizione del Focus PMI, l’Osservatorio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *