Home / Comunicazione / Primo piano / Industria 4.0, un convegno a Roma conferma l’espansione

Industria 4.0, un convegno a Roma conferma l’espansione

IndustriaL’Industria 4.0, quella delle nuove tecnologie e dell’interconnessione, sta crescendo anche in Italia. Nel dettaglio, gli investimenti sono lievitati del 9 per cento da quando è stato varato il Piano del governo a settembre 2016 ed è aumentato anche il mercato del settore guadagnando un più 25 per cento con un valore raggiunto di 1,7 miliardi di euro.

A snocciolare cifre e tendenze è il co-direttore dell’Osservatorio Industria 4.0 del Politecnico di Milano, Giovanni Miragliotta, parlando a “Industry4.0 360 Summit”, incontro promosso a Roma dal gruppo Digital360, per stilare un bilancio sui risultati delle misure e degli incentivi del piano Industry 4.0.

A crescere, ha segnalato Migliarotta, “è stata anche la consapevolezza” delle imprese, piccole e grandi, e ormai “solo l’8% delle aziende italiane non sa cosa sia, e cosa significhi per l’economia aziendale”, il Piano Industria 4.0 varato dal governo. Una crescita significativa, ha evidenziato, visto che nel 2016 era “il 38% delle aziende” nazionali ad ignorare la strada tracciata dall’esecutivo per la rivoluzione digitale aziendale.

“Sul totale degli investimenti industriali, tra gli 8-10 miliardi di euro, la componente Indusria 4.0 è oggi pari al 15 per cento -ha continuato Migliarotta- . “Il 28 per cento delle aziende ha implementato al 2017 soluzioni 4.0” ha sottolineato ancora l’esperto degli Osservatori del Politecnico di Milano. Ciò equivale, ha rilevato ancora, che “la prima sfida, quella della consapevolezza, è vinta”.

All’incontro erano presenti, tra gli altri, il presidente di Federmeccanica, Alberto Dal Poz, il presidente di Confindustria Digitale, Elio Catania, e il direttore delle Politiche industriali di Confindustria, Andrea Bianchi.

Al tavolo del confronto, presso la Camera dei Deputati di via Campo Marzio, si sono seduti, insieme a rappresentanti delle aziende tecnologiche, anche il capo della segreteria tecnica del ministro Carlo Calenda al Mise, Francesco Maria Cuccia, i deputati dell’Intergruppo Innovazione Stefano Quintarelli e Lorenzo Basso, i docenti della Bocconi Francesco Sacco e del Politecnico di Torino Emilio Paolucci.

(Gi.Ca.)

 

Controlla anche

Scuola

Diploma in quattro anni: fino al 13 novembre le candidature

Per il preannunciato diploma scolastico in quattro anni, benché già molto criticato, è scattata la possibilità …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *