Home / Comunicazione / Primo piano / La Relazione annuale sulle start-up e pmi innovative

La Relazione annuale sulle start-up e pmi innovative

MiseE’ stata pubblicata e presentata la Relazione annuale al Parlamento sulla strategia nazionale in favore delle startup e delle piccole e medie imprese innovative. Giunta alla sua quarta edizione, la Relazione rappresenta il momento culminante del sistema di monitoraggio previsto dallo “Startup Act” di fine 2012 in un’ottica di trasparenza e di accountability.

Tra le principali evidenze messe in luce dal rapporto e presentate al ministero dallo Sviluppo economico dal direttore generale per la politica industriale, la competitività e le Pmi Stefano Firpo, si registra la continua espansione della platea delle startup – ormai più di 8mila, più del doppio rispetto alla popolazione rilevata due anni fa –  e delle piccole e e medie imprese innovative –  il cui numero è quasi triplicato rispetto all’anno scorso – per un valore della produzione complessivo che supera i due miliardi di euro.

All’aumento della platea di riferimento si accompagna la significativa crescita dimensionale che ha interessato le imprese destinatarie della policy: le imprese che beneficiano delle agevolazioni connesse allo status di start-up innovativa a partire dal 2015, hanno in media raddoppiato il loro fatturato nel 2016; le imprese riconosciute come startup innovative dal 2013 e dal 2014 lo hanno addirittura triplicato.

La Relazione mostra come le agevolazioni previste dallo Start-up Act italiano vengano utilizzate sempre più diffusamente:

  • ormai quattro startup su dieci, tra quelle avviate nel 2017, hanno optato per la nuova modalità di costituzione gratuita mediante piattaforma digitale lanciata nel luglio del 2016, che comporta un risparmio medio stimato intorno ai duemila euro
  • I prestiti bancari alle startup innovative favoriti dall’intervento semplificato del Fondo Centrale di Garanzia hanno superato nel corso dei quattro anni di operatività dello strumento il mezzo miliardo di euro: la metà di tale ammontare è riconducibile solo all’ultimo anno
  • la metà delle campagne di equity crowdfunding ad oggi avviate in Italia sono state lanciate nel solo 2017, per una raccolta complessiva di investimenti che supera di tre volte il dato registrato solo un anno e mezzo fa
  • il programma Italia Startup Visa, che dal 2014 ha semplificato la procedura di concessione dei visti d’ingresso per cittadini non Ue che intendono avviare una startup in Italia, ha fatto registrare oltre 250 candidature da 34 Paesi, di cui circa metà pervenute solo nell’ultimo anno

Per saperne di più:

(Giampiero Castellotti)

Controlla anche

Trasporti: Delrio firma riparto 3,9 miliardi per fondo 2018

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ha firmato il decreto di ripartizione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *