Home / Comunicazione / Primo piano / Il primo seminario tematico di FONDOLAVORO “Strumenti per l’impresa 4.0”

Il primo seminario tematico di FONDOLAVORO “Strumenti per l’impresa 4.0”

21687830_1544742632238879_3934858947349297416_nIl Mezzogiorno e la Calabria potranno trarre nuova linfa e rilanciare il proprio sistema economico e produttivo a patto di fare buon uso di “Industria 4.0”, questo straordinario e poderoso investimento del Governo che dispiega 13 miliardi per l’innovazione, la formazione e l’internazionalizzazione delle imprese. Se n’è parlato in una sala gremita da consulenti del lavoro, dottori commercialisti ed altri professionisti a Reggio Calabria, presso la sede del consiglio regionale, sala Federica Monteleone. All’iniziativa, voluta da Fondolavoro e dai due Ordini professionali, quello dei Commercialisti e dei Consulenti del lavoro, inserita nel percorso della formazione continua dei professionisti, moderata dalla giornalista Alessandra Giulivo, 22016777_10212456433259183_785035845_ohanno partecipato il presidente di Fondolavoro, Domenico Mamone,21981693_10212456437939300_1573025054_o l’assessore regionale al sistema della logistica,Francesco Russo, l’onorevole Vincenza Bruno Bossio della commissione d’inchiesta sulla digitalizzazione della Pubblica Amministrazione, Franco Laratta del cda di Ismea, Nicola Irto Presidente del Consiglio Regionale ed il vicesindaco di Reggio Calabria, Armando Neri, che ha portato il saluto a nome della città di Reggio Calabria.  Le relazioni tematiche, di spessore ed alto contenuto scientifico, invece, sono state discusse da Carlo Parrinello, direttore di Fondolavoro, su “Opportunità e prospettive dei fondi interprofessionali”;Benedetto Di Iacovo, esperto di politiche del lavoro, su “Regolarità, legalità e culture del lavoro”; Maurizio Ballistreri, professore di diritto all’Università di Messina, su “Politiche del lavoro”; 10Domenico Marino, docente di economia all’Università di Reggio Calabria, che ha parlato di “Innovazione e internazionalizzazione delle imprese”. Per il presidente di Fondolavoro, 21687871_1544747238905085_4359065131082314_nDomenico Mamone: “La formazione continua oggi più che mai si dimostra indispensabile soprattutto nel nuovo scenario lavorativo con l’era della digitalizzazione. Il rapporto tra le imprese ed il consulente è sempre più imprescindibile: grazie a questi si riesce a conoscere realmente le esigenze delle aziende e le problematiche. Con il nostro supporto – ha concluso il numero uno del Fondo – individuiamo le reali necessità per mettere a disposizione del consulente informazioni e notizie che si renderanno disponibili per affrontare meglio le sfide e le esigenze dell’azienda sull’attività lavorativa e del mercato, arrivando a fornire modelli formativi permanenti gratuiti ed utili per le imprese 4.0”. Il Presidente del Consiglio regionale Nicola Irto, considerato l’importante parterre, non si è limitato ad un semplice saluto ma ha portato un qualificato contributo di merito al dibattito.  “L’iniziativa di Fondolavoro e degli Ordini professionali di consulenti e commercialisti merita un plauso – ha affermato Irto – per questo, di intesa con il Presidente Mario Oliverio, abbiamo voluto ospitarla in consiglio regionale sapendo l’importanza della tematica. Parlare direttamente con le imprese di un nuovo modo di formarsi e rapportarsi alle evoluzioni di mercato, capaci di creare nuove imprese, vuol dire fare un passo avanti per la nostra Regione, che registra il più basso tasso di densità imprenditoriale”.  2Il focus sulla digitalizzazione della Pubblica Amministrazione è stato trattato dall’onorevole Vincenza Bruno Bossio: “Si stanno facendo passi avanti su questo terreno anche in Calabria. È stato approvato da pochissimo il piano triennale per l’attuazione della digitalizzazione della P.A. per arrivare a quello che si definisce il “digital first”, cioè niente più carta ma solo transazioni, collegamenti e connessioni digitali. Finora questo avviene solo per la fatturazione elettronica ma bisognerà scambiarsi tutta la documentazione ed i servizi, naturalmente coinvolgendo anche il cittadino. Di questo importante processo, rivoluzionario per il nostro Paese, si potranno avvantaggiare le imprese”. A seguire è stato affrontato l’aspetto riguardante le dinamiche dell’agricoltura che, per Franco Laratta del cda di ISMEA, “è l’unica grande attività produttiva rimasta in Italia ed in Calabria in particolare e che interessa molto i giovani. Negli ultimi anni abbiamo registrato un boom di richieste di giovani che vogliono entrare nel mondo dell’agricoltura, puntando su innovazione e formazione per realizzare l’impresa agricola 4.0″. 11Di merito ed appropriati gli interventi dei due Ordini Professionali con i presidenti Tuzzo e Poeta, i quali hanno manifestato grande attenzione alle problematiche poste da Fondolavoro, apprezzandone proposte e qualità delle comunicazioni. Ha concluso i lavori l’Assessore regionale Francesco Russo. 7 “Lo sforzo della Giunta guidata dal presidente Mario Oliverio – ha affermato Russo – è quello  di riconnettere la nostra regione alle aree produttive e dinamiche del nostro Paese. Per queste ragioni gli stimoli e le proposte che sono venute da questo importante incontro di approfondimento promosso dal Presidente di Fondolavoro Domenico Mamone, che ringrazio anche e a nome del Presidente Oliverio, saranno alla base della nostra azione per promuovere formazione di qualità e di eccellenza, rivolta al sistema delle imprese, tale da realizzare una definitiva chiusura con un vecchia formazione fatta solo per alimentare i formatori e per continuare a produrre solo corsi per parrucchieri ed estetisti. Abbiamo bisogno di investimenti in alta formazione, a cominciare da quella che riguarda i nuovi lavori dell’era digitale quale i big data”. 

21985988_10212456288015552_1592297646_oI prossimi appuntamenti si terranno a Palermo nel mese di Ottobre e Bari a Novembre.1

21687662_1544830218896787_2900399988679517191_n21617896_1544831568896652_8203616855811931569_n6854312

Controlla anche

Lavoro pubblico nel Mezzogiorno: il testo del memorandum di Napoli

I presidenti delle Regioni Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia e Sicilia hanno sottoscritto un memorandum …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *