venerdì , Settembre 25 2020
Home / Comunicazione / Oltre frontiera / Festival Internazionale del Cinema di Berlino 2021: evento fisico e Gender Neutral Performance Awards

Festival Internazionale del Cinema di Berlino 2021: evento fisico e Gender Neutral Performance Awards

La Berlinale 2021 si terrà in presenza fisica a febbraio del prossimo anno, nel rispetto delle norme e dei regolamenti applicabili in quel momento, garantendo così la massima sicurezza possibile a tutti gli ospiti e, per la prima volta nella sua storia, i premi saranno gender neutral, cioè senza declinazione di genere.

La comunicazione ufficiale arriva da Mariette Rissenbeek e Carlo Chatrian, rispettivamente direttrice esecutiva e direttore artistico del Festival Internazionale del Cinema di Berlino.

La kermesse cinematografica, che nel 2020 si è tenuta a fine febbraio, è stata una degli ultimi eventi internazionali a potersi svolgere “normalmente” prima della scoppio della pandemia, nel 2021 avrà luogo dall’11 al 21 febbraio.  

“Festival e market (European Film Market, n.d.r.) sono luoghi di incontro e comunicazione. Questo vale sia per il pubblico che per l’industria. Vediamo una caratteristica importante e unica dei festival nel loro vivace rapporto con il pubblico. In tempi di pandemia di coronavirus, è diventato ancora più chiaro che abbiamo ancora bisogno di spazi di esperienza analogica nel regno culturale”, hanno affermato il duo di registi della Berlinale, Mariette Rissenbeek e Carlo Chatrian. “Siamo lieti che i festival con un pubblico fisicamente presente si stiano nuovamente svolgendo in tutto il mondo e auguriamo ai nostri colleghi molto successo”.

Il festival nato nel 1951, all’inizio della Guerra Fredda, per il pubblico berlinese, come “vetrina del mondo libero” è divenuto nel tempo un luogo di scambio interculturale ed una piattaforma per l’esplorazione cinematografica critica delle questioni sociali. La Berlinale, plasmata dal turbolento periodo del dopoguerra e dalla situazione unica di una città divisa in due, si è sviluppata seguendo una visione innovativa di esplorazione artistica e di intrattenimento. Ad oggi è considerato il più politico di tutti i principali festival.

Ogni anno vengono proiettati circa 400 film di tutti i generi, lunghezze e formati suddivisi nelle varie sezioni e presentazioni speciali della Berlinale, che riceve 10,4 milioni di euro di finanziamenti istituzionali dal Commissario del governo federale per la cultura e i media cinematografici.

Per l’edizione del 2021 le modifiche alla struttura del festival, alla programmazione dei film e al numero totale di film invitati sono ancora da definire; per ora, di certo, c’è che la sezione Generation mostrerà solo lungometraggi con una durata di almeno 60 minuti, e nessun cortometraggio.

Tra le altre novità annunciate, la riorganizzazione di alcuni premi assegnati dalla giuria internazionale al concorso cinematografico.

Per la prima volta, i premi per la performance saranno definiti in modo neutro rispetto al genere. Invece dei premi per il miglior attore e la migliore attrice, saranno assegnati un “Orso d’argento per la migliore interpretazione protagonista”   ed un “Orso d’argento per la migliore interpretazione non protagonista”, ciascuno su base neutra rispetto al genere.

“Crediamo che non separare i premi nel campo della recitazione in base al genere costituisca un segnale per una consapevolezza più sensibile al genere nell’industria cinematografica”, ha commentato il duo di registi della Berlinale.

Verrà istituita un’ulteriore nuovo riconoscimento, il “Premio della giuria dell’Orso d’argento”, nato dalle ceneri dell’ex “Premio Orso d’argento Alfred Bauer”, sospeso nel 2020 a causa della presunta adesione al partito nazionalsocialista, negli anni ’40, dello storico primo direttore della Berlinale, Alfred Bauer.

La registrazione ufficiale dei film in concorso per il 2021, inizierà il 1° settembre 2020.

Check Also

Covid-19: la seconda ondata non risparmia l’Europa

Fonte ECDC Continuano a crescere i numeri dei contagi di Covid-19 in tutto il mondo, …