lunedì , Aprile 19 2021
Home / Comunicazione / Oltre frontiera / Francesco in Iraq: la prima volta di un Papa nella terra di Abramo

Francesco in Iraq: la prima volta di un Papa nella terra di Abramo

papa francesco

Mancano poco più di 48 ore e Papa Francesco metterà piede in Iraq per un pellegrinaggio di tre giorni. Un evento storino, non solo perché rappresenta il primo viaggio all’estero del Pontefice dopo l’ultimo in Giappone nel 2019 ma soprattutto perché è la prima volta di un Papa nella Terra dei due fiumi.

Vista la pericolosità della zona, ricordiamo che a pochi giorni dal raid Usa in Siria dieci missili sono stati lanciati nella provincia dell’Anbar per colpire una base militare americana, Francesco utilizzerà un’auto blindata per visitare il paese: “Da tempo – ha detto il Papa –  desidero incontrare quel popolo che ha tanto sofferto, incontrare quella Chiesa martire. Dopodomani Dio volente mi recherò in Iraq per un pellegrinaggio di 3 giorni nella terra di Abramo insieme con altri leader religiosi faremo un altro passo avanti nella fratellanza tra credenti. Vi chiedo di accompagnare con la preghiera questo viaggio apostolico perché possa svolgersi nel migliore dei modi e portare i frutti sperati”.

IL PROGRAMMA

Sabato il Papa si trasferirà prima a Najaf, la città santa dei mussulmani sciiti, per l’incontro con il grande ayatollah Sayyid Ali Al-Husaymi Al-Sistani e quindi volerà a Nassiriya, per l’incontro interreligioso presso la Piana di Ur dei caldei, luogo simbolo delle religioni monoteiste, da dove secondo la tradizione partì Abramo verso la terra promessa.

Domenica a Mosul, per la preghiera di suffragio per le vittime della guerra. Poi partirà in elicottero per Qaraqosh, per la visita alla comunità cristiana locale. Nel pomeriggio ancora trasferimento a Erbil, dove il Pontefice celebrerà la messa: lo stadio ha una capienza di 30mila persone e i biglietti dati per i partecipanti sono 10mila.

Check Also

pub

Gran Bretagna, Johnson: dal 12 aprile pub aperti

Dal 12 aprile la Gran Bretagna riapre ad una nuova normalità. Ad annunciarlo è stato …