venerdì , Settembre 30 2022
Home / Comunicazione / Omaggi ai Borghi d'Italia / Borgo Scopeto a Vagliagli (Siena)

Borgo Scopeto a Vagliagli (Siena)

Borgo Scopeto (foto MCS)

Passaggio alla categoria 5 stelle e una nuova insegna: Borgo Scopeto, l’elegante relais nelle terre del Chianti Classico a pochi chilometri dalla città di Siena, riapre in grande stile dal 1° aprile e cambia il proprio nome in Borgo Scopeto Wine & Country Relais.

“È stata un’evoluzione quasi naturale – spiega Alessandra Angelini, che affianca la madre Elisabetta Gnudi nella conduzione del Borgo – a cui siamo giunti seguendo la nostra innata vocazione per l’autentica ospitalità toscana di altissimo livello. Abbiamo lavorato molto nei mesi scorsi per aumentare al massimo i nostri standard di accoglienza e offrire ai nostri ospiti un servizio e un’attenzione ancora più elevati. Il percorso di Borgo Scopeto si evolve così con la trasformazione in Wine & Country Relais a 5 stelle.”

L’upgrade da 4 stelle superior a 5 stelle sancisce l’eccellenza dei servizi e della struttura che riaprirà quindi ai turisti con tante novità a caratterizzare la stagione 2022. Borgo Scopeto Wine & Country Relais è una destinazione da sogno immersa nella bellezza del paesaggio toscano in cui la natura, la ricca enogastronomia e il benessere sono gli ingredienti di un soggiorno indimenticabile.

Il Borgo, infatti, è situato in una posizione strategica sia per chi ama l’arte e la cultura, ma preferisce soggiornare lontano dalla confusione della città, sia per chi è alla ricerca di una vacanza a contatto con la natura. A soli 10 km dal Relais, infatti, si trova la splendida città di Siena che, oltre a essere Patrimonio immateriale dell’umanità Unesco, è anche una provincia totalmente carbon neutral dal 2011. Da quest’anno gli ospiti di Borgo Scopeto avranno a disposizione una navetta per raggiungere il centro storico della città. I più avventurosi potranno invece noleggiare una Vespa o salire in sella a una mountain bike e partire alla scoperta dei piccoli borghi che costellano il territorio: racchiuso tra le colline del Chianti Classico e circondato da vigneti e uliveti, Borgo Scopeto è la base ideale per una vacanza alla scoperta del senese.

Nella natura incontaminata trova spazio anche il lusso: il fascino del Relais risiede anche nei suoi ambienti estremamente curati negli arredi e nell’interior design delle camere da poco rinnovato per enfatizzare lo stile country-chic. Novità di quest’anno la Master Suite con due camere da letto, uno studio privato e un ampio salotto per chi non vuole rinunciare al comfort.

“Degustazioni enogastronomiche con i tour nelle nostre cantine di proprietà – continua Alessandra Angelini – e Wine Hour tematiche, una maggiore attenzione al benessere psico-fisico con focus sulla vinoterapia e i prodotti della nostra azienda all’interno della Borgo Scopeto Relax Spa, oltre a lezioni di yoga e meditazione e la possibilità di allenarsi all’aperto con la speciale palestra outdoor. Infine, nuove esperienze gourmet al Ristorante La Tinaia, dove la qualità dei prodotti tipici del territorio viene esaltata dalla creatività del nostro Chef Pietro Fortunati”.

Il Wine & Country Relais è infatti un’oasi di pace per la mente e di piacere per il palato dove vivere un’esperienza enogastronomica a 360 gradi. Il ristorante La Tinaia, all’interno del Borgo, è guidato dall’Executive Chef Pietro Fortunati e propone una cucina raffinata e creativa che ha come protagoniste indiscusse le grandi materie prime del territorio raccontate in piatti di gusto moderno come nei Pici al Borgonero e Cinta senese con fondente di pecorino divenuto un vero e proprio icon dish dello chef. Borgo Bistrot è invece la proposta per il pranzo, con pietanze più informali a base di verdure dell’orto, burger gourmet, focacce e primi piatti della tradizione senese. Ad accompagnare il ricco menu una pregiata selezione di etichette di produzione propria, dai Chianti Classico e Borgonero, Supertuscan di Borgo Scopeto, ai blasonati Brunelli di Montalcino di Altesino e Caparzo. Ad arricchire il menu della stagione 2022 i dolci, il pane e le focacce fatti in casa grazie al nuovo laboratorio di panetteria e pasticceria interno alla struttura che offrirà ogni giorno freschissimi e fragranti lievitati.

Per un pranzo più romantico, un pic-nic è l’esperienza ideale. Un momento speciale all’aria aperta, tra i giardini o i campi di lavanda e di elicriso del Borgo, in un’atmosfera intima, tra soffici cuscini e coperte dallo stile retrò: il ristorante fornirà un cestino gourmet con le proposte dello chef Fortunati e una bottiglia di vino, o di Champagne o un cocktail abbinato.

Chi desidera concedersi un momento di assoluto benessere può lasciarsi andare alle coccole di Borgo Scopeto Relax, l’elegante e intima SPA che offre un’ampia gamma di trattamenti di vinoterapia e a base di prodotti naturali e ottenuti dall’uva, dagli olivi e da quest’anno anche dal miele e dalla lavanda. Il nuovo menu SPA prevede massaggi e rituali di benessere pensati per chi deve affrontare un lungo viaggio e ha bisogno di recuperare le energie. A disposizione degli ospiti sauna, idromassaggio, docce emozionali e giardino aromatico; e se si vuole prolungare il relax, è possibile organizzare un aperitivo all’interno della Spa.

I più sportivi, oltre alle camminate in campagna, potranno allenarsi all’aperto grazie all’attrezzatura outdoor per il fitness. Chi, invece, non vuole rinunciare alla meditazione può prenotare lezioni di yoga: un modo originale per ritrovare il proprio equilibrio psico-fisico tra le colline toscane.

Un altro aspetto fondamentale che contraddistingue da sempre la filosofia della famiglia Gnudi Angelini è l’amore per il territorio che ha portato Borgo Scopeto Wine & Country Relais a ricevere la Certificazione del Sistema di Gestione Ambientale ISO 14001 sul controllo dell’impatto delle attività sul territorio.

Sempre in tema di sostenibilità il Relais ha adottato una serie di misure per la salvaguardia dell’ambiente limitando le emissioni di CO2: un impianto fotovoltaico con pannelli solari riscalda l’acqua della piscina. L’apiario non solo fornisce il miele per il Borgo ma preserva la biodiversità locale e favorisce la conduzione biologica dei vigneti. Inoltre, è stata ampliata la selezione di ortaggi ed erbe nell’orto interno al Borgo con l’aggiunta di un fragoleto, per tutte le altre materie prime il ristorante si approvvigiona da produttori locali.

Check Also

Bellante (Teramo), quarto “Molino Green Festival”

Una festa per l’economia sostenibile e solidale. E’ la quarta edizione del “Molino Green Festival” …