martedì , Agosto 9 2022
Home / Comunicazione / Omaggi ai Borghi d'Italia / Il Sacro Monte di Varese ha riaperto i suoi musei

Il Sacro Monte di Varese ha riaperto i suoi musei

Hanno riaperto i tesori del Sacro Monte di Varese. Dopo la pausa invernale, da sabato 19 marzo sono tornati ad essere visitabili la Casa Pogliaghi, il Museo Baroffio e la cripta del Santuario: tre veri gioielli che impreziosiscono il monte sopra Varese, inserito nel 2003 dall’Unesco tra i patrimoni dell’umanità, e che custodiscono importanti e uniche testimonianze storiche e artistiche.

«Ripartiamo con la consapevolezza che i luoghi di cultura rappresentano sempre più spazi importanti per una comunità e il suo territorio – spiega Elena Castiglioni di Archeologistics, realtà varesina impegnata nella valorizzazione dei beni culturali cui è stata affidata la gestione degli spazi museali del Sacro Monte di Varese. «Attorno ai luoghi di cultura c’è un grande fermento: non solamente perché sono al centro di una serie di iniziative che il Ministero della Cultura e Regione Lombardia vogliono attuare, anche grazie ai fondi messi a disposizione dal PNRR, ma stanno vivendo una nuova fruizione. È infatti cambiato l’approccio: i luoghi di cultura non sono più uno spazio neutro o accessorio delle nostre comunità. Nei due anni di pandemia se ne è sentita la mancanza. E alla riapertura, la risposta dei visitatori è stata importante. Non si va più alla ricerca di un luogo da vedere, ma di uno spazio da visitare, vivere. È sempre più indispensabile avere una guida al proprio fianco che faccia scoprire un posto, che sappia dare un approfondimento, trasformando la visita in un’esperienza, coinvolgendo e facendo diventare protagonista il pubblico. Questo ci ha spinto a prevedere per il Sacro Monte di Varese una serie di iniziative che accompagneranno per tutto l’anno e andranno a incuriosire e rendere sempre più partecipi i visitatori. Per questo, la scelta è stata quella di confermare, oltre alla consueta apertura del weekend, anche la possibilità di accedere ai musei in settimana, dal mercoledì al venerdì compreso, ampliando quindi le occasioni di visita al patrimonio culturale».

La Casa Museo Pogliaghi è la residenza che Lodovico Pogliaghi realizzò in stile eclettico tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, dove custodire la sua importante collezione. La casa museo vanta più di 1.500 opere tra dipinti, sculture e arti applicate e circa 580 oggetti archeologici, oltre al modello in gesso della porta del Duomo di Milano, opera dello stesso Pogliaghi. La casa Pogliaghi è aperta al pubblico il mercoledì, giovedì e venerdì dalle 10 alle 13, sabato e domenica dalle 10 alle 18.
Per informazioni: http://www.casamuseopogliaghi.it/orari-e-biglietti/

Al Museo Baroffio è raccolta invece la storia del Sacro Monte, sono esposti autentici capolavori dell’arte lombarda, dal Medioevo al Settecento (non solo dipinti, ma anche miniature, disegni, sculture, ceramiche, monete, tessuti e ricami) e opere fiamminghe e olandesi e di alcuni protagonisti dell’arte europea del Novecento, come Henri Matisse e Georges Rouault.

La cripta romanica del Santuario è invece testimone del culto sulla montagna a partire dal IX-X secolo. È caratterizzata da un importante ciclo di affreschi realizzati tra il XIV e il XV secolo.

Il Museo Baroffio e la cripta del Satuario sono aperti al pubblico il mercoledì, giovedì e venerdì dalle 14 alle 18, il sabato e la domenica dalle 10 alle 18.

Per informazioni: https://www.musement.com/it/varese/biglietti-per-cripta-e-museo-baroffio-267621/

Archeologistics – Fondata nel 2004, è una realtà varesina impegnata nella divulgazione e conoscenza dei beni culturali. Progetta e realizza servizi di gestione museale, educazione al patrimonio, visite guidate e turismo culturale. In Lombardia opera in tutti i quattro siti Unesco Patrimonio dell’Umanità della provincia di Varese e collabora con le principali istituzioni del territorio e con il Ministero per i Beni Culturali. Fornisce consulenza per musei, monumenti e aree archeologiche, luoghi d’interesse storico-artistico e progetta percorsi per scuole e pubblico specialistico. www.archeologistics.it

Check Also

Gallese (Viterbo), dal 7 al 10 agosto la Festa di San Famiano

La Festa di San Famiano è la celebrazione in onore del Patrono dell’antica Città di …