venerdì , Aprile 3 2020
Home / Comunicazione / Saperi / Coronavirus, morto Don Giuseppe: ha donato il suo respiratore ad un paziente più giovane

Coronavirus, morto Don Giuseppe: ha donato il suo respiratore ad un paziente più giovane

don Giuseppe Berardelli

Mai come in questo momento abbiamo bisogno di esempi di amore e sacrificio gratuito verso gli altri. Il coronavirus, se da una parte ha messo in crisi una normalità di vita data per sconta, dall’altra ha fatto riscoprire valori e principi essenziali troppo spesso accantonati.

Assume, quindi, maggiore forza la vicenda di don Giuseppe Berardelli, sacerdote 72enne di Casnigo (Bergamo), risultato positivo al Covid-19 e morto nell’ospedale di Lovere per salvarle la vita di un’altra persona.

Sacerdote verace di periferia, proprio uno di quelli che Papa Francesco ama portare come esempio, ha rinunciato al respiratore di cui aveva bisogno, ricevuto in dono dalla sua comunità parrocchiale, e lo ha voluto donare a un paziente più giovane ma malato come lui, che neppure conosceva.

“Don Giuseppe è morto da prete. E mi commuove profondamente il fatto che lui, arciprete di Casnigo, vi abbia rinunciato di sua volontà per destinarlo a qualcuno più giovane di lui”, ha raccontato un operatore sanitario della casa di riposo San Giuseppe al periodico Araberara.

“Era un prete che ascoltava tutti – ha detto l’ex sindaca di Fiorano, Clara Poli, dove per anni don Berardelli è stato parroco – chiunque si svolgeva a lui sapeva che poteva contare sul suo aiuto”. Un punto di riferimento per tutti, in ogni luogo in cui è passato. A lui i ragazzi di Fiorano, come racconta il quotidiano online Open, devono l’apertura del Cre che anima l’oratorio del paese, sempre a lui famiglie e giovani in difficoltà saranno sempre grati per la nascita di un centro di aiuto. L’epidemia solo nella diocesi di Bergamo ha visto morire almeno 16 sacerdoti, 30 i preti scomparsi in tutta Italia finora.

Check Also

Lavoro da remoto: come deve comunicare un manager?

Sono ormai 8 milioni gli italiani che lavorano da remoto. Prima delle restrizioni dovute all’emergenza …

CHIUSURA UFFICI

 

Si avvisa che la sede Unsic nazionale domani venerdì 27/03/2020 sarà aperta metà giornata dalle ore 09:00 alle ore 13. 00 per permettere, come previsto dalle attuali disposizioni, un intervento di sanificazione degli uffici.

 

Le attività RIPRENDERANNO REGOLARMENTE lunedì 30/03/2020