giovedì , Maggio 6 2021
Home / Comunicazione / Saperi / Hi-tech, oltre il 5G: il futuro si chiama 6G

Hi-tech, oltre il 5G: il futuro si chiama 6G

6G

Mentre si fa ancora un gran parlare di 5G, con i suoi pro e i suoi contro, la tecnologia non sta a guardare e va oltre.

Si perché il 6G è già tra noi e promette ancora di più di rivoluzionare le nostre vite. Secondo gli esperti sarà a pieno regime entro il 2030 e sarà applicata in particolar modo alla guida autonoma, all’integrazione dell’intelligenza artificiale in dispositivi Internet delle Cose e, soprattutto, ai mondi 3D della realtà virtuale e aumentata.

Ma non solo: il 6G sarà il trampolino di lancio per una “Tera Economy”, termine coniato dall’agenzia di analisi tech Counterpoint.

In Italia il 6G grazie all’Università di Pisa insieme al Politecnico di Torino, è tra i primi paesi a sperimentare quanto descritto in Hexa-X.

È il programma dell’Unione Europea finanziato con 12 milioni di euro che coinvolge 25 partner continentali, tra cui Ericsson, Nokia, Intel, e che intende portare avanti i test sul 6G in modo da recuperare terreno rispetto a Cina e Stati Uniti, nella corsa al prossimo standard di rete.

Check Also

raccolta differenziata

Rifiuti, Anci-Conai: aumenta raccolta differenziata nel Paese

Aumenta la propensione degli italiani alla raccolta differenziata.  A renderlo noto sono i numeri contenuti …