giovedì , Ottobre 21 2021
Home / Comunicazione / Saperi / Insolvenzfest, si parla di crisi e diritti

Insolvenzfest, si parla di crisi e diritti

Secondo lo studio della Cerved Rating Agency, sale del 34% la probabilità di fallimento per le aziende italiane. Sarebbero 115.000 quelle a forte rischio di chiusura per il 2021: un dato che contribuisce a dare la misura delle difficoltà che attendono il sistema Paese nei prossimi mesi, anche ammesso che il picco della crisi sanitaria ed economica possa dirsi ufficialmente alle spalle.

Un quadro complesso che facilmente porterà a un aumento dei debiti e delle disuguaglianze e che potrebbe rendere ancora più evidenti distorsioni, asimmetrie e inefficienze in molti ambiti del tessuto sociale e produttivo.

Di questo e molto altro si occuperanno gli ospiti di InsolvenzFest, non a caso chiamati a intervenire sul tema “Debiti e disuguaglianze”, oggetto di un primo approfondimento già durante l’edizione 2020 della rassegna.

Nello scenario post-pandemico cittadini e imprese dovranno cimentarsi con un mondo sempre più caratterizzato da frammentazione e incertezza sul futuro, soprattutto per chi si trova sui gradini più bassi della piramide sociale. Quali strategie e quali correttivi si possono mettere in atto? In che misura può avere un ruolo l’iniziativa individuale e come può intervenire la “mano pubblica” per arginare il divaricarsi della forbice della ricchezza?

A confrontarsi su questi interrogativi – attraverso una riflessione su argomenti come il mercato del lavoro, la salute e l’etica pubblica – saranno di volta in volta magistrati, giuristi, studiosi di economia, sociologi, giornalisti e artisti. I dialoghi, il cui programma di dettaglio è in corso di definizione, si svolgeranno all’interno di prestigiose location del centro storico di Bologna e saranno fruibili sia in presenza sia a distanza, confermando la formula ibrida online e offline già testata con successo nel 2020.

PATROCINI E COLLABORAZIONI
Promosso dall’OCI – Osservatorio sulle Crisi di Impresa, InsolvenzFest si svolge con il patrocinio e il supporto del Comune di Bologna e il patrocinio della Città metropolitana di Bologna; in collaborazione con il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bologna, la Fondazione Forense Bolognese, il Consiglio dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Bologna, la Fondazione dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Bologna, l’Associazione dei Curatori e dei CTU del Tribunale di Bologna, i Consulenti del Lavoro – Consiglio provinciale di Bologna, la Cineteca di Bologna e Sportfund.

CREDITI FORMATIVI
Le sessioni costituiscono tradizionalmente evento accreditato dalla Fondazione forense bolognese per gli avvocati e dall’ODCEC di Bologna per i dottori commercialisti, nonché dal Consiglio provinciale di Bologna dei consulenti del lavoro.
 
La partecipazione al Festival è gratuita con iscrizione obbligatoria, presto sarà possibile iscriversi sul sito www.insolvenzfest.it.

Check Also

Arezzo Città del Natale: si rinnova la magia

Un’intera città si mobilita per vivere in grande stile uno dei periodi più belli dell’anno: …