mercoledì , Giugno 16 2021
Home / Comunicazione / Saperi / Rifiuti, Anci-Conai: aumenta raccolta differenziata nel Paese

Rifiuti, Anci-Conai: aumenta raccolta differenziata nel Paese

raccolta differenziata

Aumenta la propensione degli italiani alla raccolta differenziata.  A renderlo noto sono i numeri contenuti nel IX rapporto 2019 e X rapporto 2020 sulla banca dati Anci-Conai, presentati nella sede dell’Anci a Roma durante una conferenza stampa in streaming alla presenza del ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani, di Enzo Bianco, presidente del Consiglio nazionale Anci, Carlo Salvemini, delegato Energia e Rifiuti Anci e Luca Ruini, presidente Conai.

Nel rapporto si vede come nel 2019 il nostro Paese ha raggiunto il 61,69% di Rd, con un valore del +3,5% rispetto all’annualità precedente. Sempre nel 2019 in crescita anche le quantità gestite dai Consorzi di filiera che sfiorano i 6,4 milioni di tonnellate di materiali, con un aumento di oltre il 18% sul 2018.

Confermata anche la diffusione capillare dell’accordo Anci-Conai: i Comuni coperti da almeno una convenzione sono stati 7.839 nel 2018 e 7.847 nel 2019, rispettivamente pari al 98,55 e al 99,15% del totale e per una popolazione complessiva di 59.524.019 abitanti nel 2019. In relazione al 2019, è importante evidenziare che il 62% dei Comuni è coperto da 5 o 6 Convenzioni, mentre nel 2018 tale dato si attestava a poco più del 56%. La gestione dei materiali all’interno del sistema consortile, cioè usando le convenzioni, è molto più frequente nelle regioni del Nord rispetto al resto del Paese.

Check Also

Tra tradizione e innovazione, dalla bioedilizia alla neoedilizia

Perché scrivere un libro sulla canapa e la calce? La risposta, secondo l’autore Gilberto Barcella, …