domenica , Dicembre 4 2022
Home / Opinioni / Ilary e Totti, la coppia è scoppiata

Ilary e Totti, la coppia è scoppiata

Ed ora non si parli più di “favola matrimoniale”. Perché di coppie alla “Sandra e Raimondo”, diciamolo apertamente, sembrerebbe non essercene più. In fondo già Albano e Romina l’hanno dimostrato: la leggenda dell’amore tra la starletta americana e il contadino pugliese s’è miseramente sgretolata in epoca non sospetta. Lasciando unicamente memorie di gorgheggi più o meno all’unisono, con guardi reciprocamente suadenti sui palcoscenici di tutta Italia. Fino a quelli entusiasti, ai limiti della glorificazione, da parte del blocco sovietico.

Chi ha provato a rinnovare l’idillio di un “matrimonio all’italiana” sotto il Cupolone è stato clamorosamente smentito. Il binomio Totti e Ilary è naufragato. La coppia “ricchi e belli” lontana anni luce da Renato Salvatori e Marisa Allasio nella pellicola di culto “Poveri ma belli” (nonostante frasi del tipo “Io quella me la sposo” o “Amo Francesco perché mi guarda ancora come il primo giorno”) s’è inabissata. Il duo da pubblicità di gelati & detersivi non è più un duo. La sceneggiatura tutto sorrisi e simpatia davanti alla telecamera di turno, comprese quelle immancabili di Maria De Filippi, è stata stracciata. Un “dramma” davvero frutto dei nostri tempi. Le coppie scoppiano come palloncini.

Restano i tre figli dai nomi chiusi da consonanti, Cristian, Chanel e Isabel. Rimane il patrimonio da spartire con probabile lavoro per ridde di carte e di avvocati. Troneggia il malinconico appello dell’ex Letterina e dell’ex Capitano alla riservatezza proprio mentre il settimanale Chi sbandiera oggi le immagini del possessore della maglietta “6 unica” (dopo un derby vinto cinque a uno, certamente più da Accademia della Crusca rispetto a quella “Vi ho purgati ancora”) con la 34enne Noemi Bocchi, la pariolina che secondo i rumors sarebbe da almeno otto mesi l’elemento aggiuntivo di questa storia dalla fine “dolorosa”, aggettivo del Pupone. Ma il settimanale riporta mormorii anche su Ilary, specie nelle sue trasferte a Milano per quel programma ipercerebrale che risponde al nome “l’Isola dei Famosi”.

La crisi del diciassettesimo anno di matrimonio, o forse anche prima, è esplosa. Già qualche mese fa s’è tentato di mettere la toppa mediatica alle prime voci e tutto questo, oggi, appare ancora più triste. Perché un grande asso sportivo affida definitivamente alla memoria collettiva le sue gesta più epiche, quelle sui campi da gioco, mentre nel presente e nel futuro si profila per lui, rimasto personaggio mediatico, il gossip più avvilente e pruriginoso. Figlio dei nostri tempi.

Check Also

Per una nuova legge elettorale

Le elezioni del 25 settembre hanno reso non più rinviabile un radicale cambiamento delle regole …