martedì , Giugno 25 2019
Home / Comunicazione / Primo piano / Ue: via libera alla procedura contro l’Italia

Ue: via libera alla procedura contro l’Italia

La Commissione europea, come da previsioni, ha dato il primo via libera alla procedura di infrazione contro l’Italia. La regola del debito “non è stata rispettata” nel 2018, nel 2019 e non lo sarà nel 2020, e quindi “è giustificata” una procedura per debito eccessivo, come scrive la Commissione nel rapporto sul debito italiano. Per Bruxelles il rallentamento economico “spiega solo in parte l’ampio gap” nel rispetto della regola, e la “retromarcia” su alcune riforme pro-crescita del passato, come quella delle pensioni, e il deficit proiettato oltre il 3 per cento nel 2020, rappresentano “fattori aggravanti”.

Il giudizio della Commissione è particolarmente severo:  “Il debito italiano resta una grande fonte di vulnerabilità per l’economia” e “le nuove misure e il trend demografico avverso capovolgono in parte gli effetti positivi delle riforme pensionistiche del passato e indeboliscono la sostenibilità a lungo termine” delle finanze, danneggiata anche dall'”aumento dei tassi d’interesse dei titoli di Stato osservato nel 2018 e 2019″.

La Commissione sottolinea come nei conti italiani 2018 e 2019 c’è una “deviazione significativa” dagli impegni presi con la Ue, che “non cambierebbe se l’impatto di bilancio del programma straordinario di manutenzione delle strade (0,18% del Pil) seguito al crollo del ponte Morandi e il piano per limitare i rischi idrogeologici dovuti al maltempo venisse considerato tra gli ‘eventi eccezionali'”.

Il presidente del Consiglio, Conte, getta però acqua sul fuoco: “C’è la prospettiva di una procedura ma io sono sempre determinato, ottimista e farò il massimo sforzo per scongiurare una procedura che sicuramente non fa bene al Paese – ha detto.  “Il monitoraggio dei nostri conti, in particolare nel 2019, sta evidenziando delle maggiori entrate tributarie e contributive, e anche non tributarie, rispetto alle stime. Questi ci permette di avere dei margini e di reagire meglio alla congiuntura economica non favorevolissima”.

Check Also

StartCup Lombardia: al via l’edizione 2019

Ai blocchi di partenza l’edizione 2019 di StartCup Lombardia, la competizione organizzata dalle Università e dagli …