venerdì , Agosto 12 2022
Home / Comunicazione / Aeroporti italiani: le destinazioni con minori “problemi”

Aeroporti italiani: le destinazioni con minori “problemi”

aereo-1L’Italia è da sempre una delle mete turistiche più amate dai viaggiatori stranieri. Il primo semestre del 2017 è stato da record per quanto riguarda il turismo nel Bel Paese: secondo i dati Istat, nelle strutture ricettive alberghiere e extra-alberghiere italiane ci sono stati 53 milioni di arrivi e oltre 160 milioni di pernottamenti (rispettivamente +4,6% e +6%, rispetto al primo semestre 2016). Nel contempo, il 21,2% degli italiani (quasi 7,3 milioni) ha deciso di uscire dai propri confini nazionali solamente per le vacanze estive (dati Federalberghi).

La società AirHelp specializzata in rimborsi per voli in ritardo o cancellati, ha diffuso i propri dati su quali siano i migliori aeroporti in Italia per gli stranieri.

AirHelp ci tiene a precisare innanzitutto che la maggioranza degli spostamenti per le vacanze avviene tramite quello che viene considerato il mezzo di trasporto più sicuro al mondo, l’aereo. E in effetti, rispetto allo scorso anno, c’è stato un incremento del 3% degli aeromobili in arrivo e partenza dall’Italia (887.201). Nonostante la sua affidabilità in termini di incidenti, i disagi che il trasporto aereo causa ai suoi passeggeri non sono pochi. Solamente gli italiani avrebbero diritto a rimborsi per oltre 94 milioni di euro dalle compagnie aeree, ma, nel mondo, solo nel 2016 i passeggeri eleggibili di risarcimento sono stati ben 8.558.574, per un totale di risarcimenti dovuti di 3.046.853.500 euro.

Per voli in ritardo, cancellati, imbarchi negati o problemi con i bagagli, tutte le compagnie aeree (low cost comprese) devono corrispondere da 250 a fino 600 euro di rimborso a prescindere dal prezzo pagato per il biglietto acquistato. Si tratta di un diritto dei passeggeri il più delle volte a loro sconosciuto, tant’è che meno del 2 per cento degli aventi diritto ha richiesto e ottenuto il risarcimento.

“I passeggeri possono e devono tutelarsi grazie a un diritto che, la maggior parte delle volte, è omesso dalle compagnie aeree stesse – spiegaLorenzo Asuni, manager di AirHelp. “Verificare se si ha diritto a un rimborso è diventato accessibile e veloce: la nostra missione è informare i passeggeri che possono farlo”.

Ma quali sarebbero i migliori aeroporti della penisola, secondo i dati registrati da questa società durante il periodo dal gennaio all’agosto 2017? L’aeroporto che avrebbe causato minori disagi ai suoi passeggeri sarebbe quello di Palermo, con “solo” 141.348 euro di rimborsi dovuti a 409 passeggeri. Seguono a ruota quello di Catania (595.484 euro dovuti) e quello di Milano Linate (1.217.596). A chiudere la top 10 troviamo Roma Fiumicino, che ha causato disagi a ben 100.971 passeggeri.

(Gi.Ca.)

Aeroporto

Passeggeri aventi diritto a rimborso

Rimborsi dovuti

Palermo

409

141.348

Catania

1.810

595.484

Milano Linate

4.865

1.217.596

Bologna Guglielmo Marconi

5.356

1.366.187

Venezia Marco Polo

6.542

1.556.343

Napoli Capodichino

5.379

1.581.218

Bergamo Orio al Serio

13.126

3.520.628

Milano Malpensa

46.749

19.781.941

Roma Fiumicino

100.971

53.280.645

 

Check Also

Dl Aiuti bis: tutte le misure approvate

Foto: governo.it Approvato ieri giovedì 4 agosto durante la seduta del Consiglio dei ministri, il …