venerdì , Agosto 6 2021
Home / Comunicazione / Primo piano / Decreto Agosto: allo studio Incentivi per contratti stabili e proroga Cig

Decreto Agosto: allo studio Incentivi per contratti stabili e proroga Cig

incentivi

Incentivi per contratti stabili, proroga della cassa integrazione e nuovo stop ai licenziamenti. Sono queste le misure argine che nelle intenzioni del governo dovrebbero contenere i danni previsti in autunno per l’economia del nostro Paese, con gli analisti che prevedono la perdita di occupazione per oltre 1 milioni di lavoratori.

Un pacchetto di provvedimenti che verrà inserito nel nuovo “decreto Agosto” da finanziare con i 25 miliardi dello scostamento di bilancio che sarà votato in Parlamento insieme al Piano nazionale di riforma il 29 luglio. Nelle intenzioni dell’esecutivo, c’è la volontà di iniettare nuove risorse anche in quei comparti usciti malconci dall’emergenza Covid19, come Comuni e Regioni con le casse vuote, la scuola che necessita di un pino di ripartenza in totale sicurezza e soprattutto le tasche de cittadini che hanno bisogno di vedersi ridurre il peso delle tasse di marzo, aprile e maggio rinviate al momento a settembre.

Nello specifico, circa 4 miliardi saranno utilizzate per la rateizzazione pluriennale dei pagamenti fiscali e contributivi per ora rinviati al 16 settembre. Altri 6-7 miliardi per la proroga, con criteri selettivi, della cassa integrazione fino alla fine dell’anno. Circa 1,5 miliardi per incentivare le assunzioni a tempo indeterminato, 1,3 mld per la scuola, circa 5 miliardi per Regioni, Comuni e Province, 1-2 miliardi per sostegni ai settori dell’auto e del turismo.

INCENTIVI PER CONTRATTI STABILI

Il governo vuole incentivare le assunzioni a tempo indeterminato attraverso un esonero contributivo pieno, al 100%, per sei mesi da riconoscere a tutte quelle aziende che assumono (o trasformano) a tempo indeterminato. Una misura questa che non avrebbe limiti di età da parte del lavoratore, cosa che non accade oggi con l’esonero triennale previsto dalla scorsa legge di bilancio che vale solo per le stabilizzazioni di under35. La misura avrà un costo di 1 miliardo.

PROROGA CASSA INTEGRAZIONE DI ALTRE 18 SETTIMANE

Si va verso altre 18 settimane di proroga della Cig ma con il governo che sta studiando alcuni paletti da inserire:

  • 18 settimane tutte e subito, ma selettive;
  • oppure le prime 9 settimane per tutti, come oggi, e le ulteriori 9 settimane solo per quelle realtà produttive che hanno subito un calo del fatturato (che dovrebbe essere intorno al 20%).

Per quelle imprese invece che non hanno subito cali di fatturato le ulteriori 9 settimane non saranno “gratuite”, vale a dire a carico dello Stato, ma verrà richiesto loro un contributo in base all’utilizzo. Per le aziende che rinunciano, in tutto o in parte, alla Cig e fanno rientrare a orario pieno i lavoratori, è previsto inoltre un sgravio ad hoc (si ipotizza 3-6 mesi, a seconda delle risorse a disposizione).

NUOVO STOP AI LICENZIAMENTI

Allo studio del governo c’è un nuovo sto ai licenziamenti economici, vigente, attualmente, fino al 31 agosto, facendola andare di pari passo con il prolungamento della cassa integrazione fino a fine anno. Si sta pensando però ad alcune deroghe: si potranno effettuare licenziamenti se l’impresa fallisce o cessa l’attività.

Check Also

rioccupazione

Contratto di rioccupazione: ecco chi può accedere alla misura

Entra in vigore, grazie all’articolo 41 del decreto Sostegni bis il contratto di rioccupazione che ha l’obiettivo di …