giovedì , Giugno 30 2022
Home / Comunicazione / Primo piano / Informazione, la carta è in crisi, i giovani scelgono Tik Tok

Informazione, la carta è in crisi, i giovani scelgono Tik Tok

Se il primo periodo pandemico ha accresciuto il desiderio di informazione qualificata, ora sembra che l’interesse si orienti verso notizie più leggere. La guerra in Ucraina, l’inflazione e la stessa pandemia riscuotono sempre meno attenzioni.

È quanto emerge dal Digital News Report 2022 dell’Istituto Reuters, frutto di analisi in 46 nazioni.

La ricerca, per quanto riguarda il nostro Paese, evidenzia il calo di vendita e di interesse verso i quotidiani cartacei: la fruizione delle loro notizie è ormai scesa al 15 per cento, perdendo altri tre punti rispetto all’anno precedente. Se la televisione più o meno mantiene un suo ruolo, per quanto minoritario, è soprattutto lo smartphone a primeggiare per la fruizione delle notizie: ben il 36 per cento degli italiani condivide notizie sui social, dove primo è Facebook, seguito da WhatsApp e YouTube. Con l’ascesa più rilevante effettuata da Tik Tok, utilizzato dal 40 per cento degli under 25, con il 15 per cento che afferma di consultarlo per le notizie.

Tra le fonti on-line indicate come più affidabili, al primo posto c’è l’Ansa, seguita dal Sole 24 Ore e da SkyTg24.

A livello internazionale si conferma il calo della fiducia delle persone nelle notizie: è al 42 per cento, due punti percentuali in meno rispetto all’anno precedente. La Finlandia è la nazione con i livelli di fiducia complessivi più alti (69 per cento), mentre gli Usa detengono il punteggio più basso (26 per cento). L’Italia è nella parte bassa della classifica, con un 35 per cento che dovrebbe indurre a qualche riflessione nel settore della comunicazione.

Check Also

Gas, metano e petroli: la lettera delle associazioni a Mario Draghi

Le scriventi Associazioni del settore carburanti, fuels rinnovabili e low carbon, liquidi e gassosi, in …