lunedì , Agosto 15 2022
Home / News / Caporalato: Unsic, ora riformare il mercato e sostenere i produttori agricoli

Caporalato: Unsic, ora riformare il mercato e sostenere i produttori agricoli

caporalato

“Il nuovo disegno di legge contro il caporalato approvato dal Senato giunge a pochi anni dal precedente intervento legislativo, che era soltanto del 2011” così commenta Domenico Mamone, presidente dell’Unione Nazionale Sindacale Imprenditori e Coltivatori “ E’ il segno che il fenomeno non si è arrestato, ma anche che non è sufficiente affidarsi a continui inasprimenti normativi. Siamo completamente d’accordo con la mano ferma contro il caporalato” ha aggiunto Mamone “anche se, con con la nuova normativa, verranno colpiti non solo i caporali veri e propri, ma anche le imprese agricole. Sappiamo che i coltivatori che scaricano sui braccianti, come anello debole della catena, i problemi di redditività dell’azienda sbagliano. Ma diciamo anche che non bastano le misure repressive, finché i prezzi alla raccolta, specialmente di agrumi e pomodoro, saranno compressi da una filiera troppo lunga e dalle distorsioni del mercato all’ingrosso” ha concluso Mamone. “E’ questo che provoca la continua rincorsa alla riduzione dei costi di manodopera, e l’alternativa infernale tra lavoro sottopagato e chiusura dell’attività deve essere evitata con interventi di sostegno e di controllo che tutelino la qualità e garantiscano ai produttori una giusta parte del prezzo al consumatore”.

Check Also

Next generation Eu

Cliccando QUI si può consultare il testo del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Download …