domenica , Settembre 25 2022
Home / Comunicazione / Agricoltura, Pesca & Ambiente / Aceto Balsamico di Modena, Italia vs Cipro: il no del Mipaaf

Aceto Balsamico di Modena, Italia vs Cipro: il no del Mipaaf

Arriva puntuale la reazione del ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali in risposta alla notifica della Repubblica di Cipro alla Commissione europea riguardante una modifica alle proprie leggi alimentari, introducendo la possibilità di chiamare ‘aceto balsamico’ una miscela di aceto, mosto d’uva e zucchero. Nella giornata di ieri 13 settembre il Mipaaf ha trasmesso ieri al ministero dello Sviluppo economico, competente per gli adempimenti successivi, gli elementi utili per opporsi alla richiesta avanzata dalla Repubblica di Cipro sul prodotto ‘aceto balsamico’.

Per impedire l’entrata in vigore della norma cipriota, che prevede la possibilità di commercializzare come ‘aceto balsamico’ un prodotto ottenuto dall’aceto con l’aggiunta di mosto, mosto concentrato e similari, notificata alla Commissione europea lo scorso 22 giugno e il cui periodo di standstill scadrà il 23 settembre, il Mipaaf ha elaborato diverse e puntuali argomentazioni tra cui la tutela riconosciuta anche a livello europeo delle proprie produzioni Dop e Igp, la necessità di non ingenerare confusione nei consumatori tra prodotti di alta qualità e standard con altri di minor pregio, citando anche una copiosa giurisprudenza della stessa Corte di Giustizia nonché la distorsione della concorrenza.

Il Mipaaf come ha ribadito più volte il ministro Stefano Patuanelli, è pronto ad intraprendere ogni azione necessaria per tutelare l’aceto balsamico italiano, che rappresenta una delle eccellenze della nostra penisola.

Check Also

L’OIV premia il Soave con la Menzione d’Onore

In presenza, in uno dei templi mondiali del vino. Così Sandro Gini, presidente del Consorzio del …