martedì , Novembre 29 2022
Home / Comunicazione / Agricoltura, Pesca & Ambiente / Food&Science festival a Mantova

Food&Science festival a Mantova

Per il sesto anno consecutivo è partito Food&Science Festival, l’evento unico di divulgazione scientifica che fino a domenica 2 ottobre colorerà le vie e le piazze di Mantova accogliendo scienziati, accademici, divulgatori, ricercatori, esponenti istituzionali e professionisti di settore pronti a raccontare i Riflessi della scienza che innova, spiega e indirizza la produzione e il consumo alimentare, e non solo.

Oggi in Piazza Leon Battista Alberti Elena De PetrilloCarla Sciarra e Marta Tuninetti insegnano a calcolare Quanto costa la tua spesa? …in litri d’acqua!, introducendo la ricerca del progetto Water To Food del Politecnico di Torino, seguite nello stesso luogo, dall’agronoma, giornalista e divulgatrice scientifica Alessandra Biondi Bartolini e dalla nutrizionista Antonella Losa che insieme smentiscono o confermano alcune delle affermazioni legate ai cibi-medicina che ogni giorno portiamo a tavola, rispondendo a una domanda apparentemente semplice ma ricca di sfumature: Fa bene o fa male?

Spostandosi in Sala delle Lune e dei Nodi, Filippo Miglior, docente alla University of Guelph (Ontario-Canada) e senior advisor di Lactanet, ed Elisabetta Quaini, presidente di Frisitaly, raccontano la genetica e le sfide della zootecnica, mentre al Teatro Scientifico Bibiena si discute di Agrifood grazie al Forum a cura di UniCredit. Dalle 11, i tre relatori coinvolti – Andrea Dossena, principal di Prometeia, Andrea Ronchi, UniCredit CTS CB Italy, Alessandro Tosi, UniCredit corporate service model, pricing & campaigns – metteranno a fuoco altrettanti aspetti del tema – rispettivamente: La filiera italiana dell’agrifood, tra crisi internazionali e transizione green e digitaleIl contesto energetico: rischi ed opportunità Il sostegno finanziario per le aziende del settore con focus su PNRR – prima della tavola rotonda conclusiva in cui esplorare Le nuove sfide della filiera agroalimentare ascoltando le testimonianze di alcune aziende a confronto.

Primo incontro pomeridiano è quello a cura di Syngenta, che mette l’Agricoltura in prospettiva attraverso le riflessioni dei relatori coinvolti: moderati da Luigi Chiarello senior News Editor “ItaliaOggi”, in Sala delle Lune e dei Nodi si alterneranno le voci di Mauro Coatti, head of technical support di Syngenta Italia, Paolo De Castro, membro del Parlamento Europeo, Ersilia di Tullio, Senior Research Nomisma, Massimiliano Giansanti, presidente Confagricoltura e Riccardo Vanelli, amministratore delegato Syngenta Italia (ore 14).

Proseguendo, è nella cornice del principale Teatro cittadino che, come da tradizione, si svolge l’inaugurazione del Food&Science Festival. A partire dalle 17, dopo i saluti di apertura del presidente Confagricoltura Mantova Alberto Cortesi e del sindaco di Mantova Mattia Palazzi, tanti momenti di incontro e confronto per dare ufficialmente il via alla sesta edizione. Si inizia alle 17.15 con un panel dal titolo Rimettere in moto il sistema produttivo del Paese: da dove ripartire?a cui parteciperanno Sandra Gallina, direttrice generale DG Sante Commissione Europea, Massimiliano Giansanti, presidente Confagricoltura, Ivano Vacondio, presidente Federalimentare, e Alberto Marenghi, vicepresidente Confindustria, seguiti alle 17.50 dalla coppia formata da Chiara Corbo,PhD, direttrice osservatorio Smart AgriFood (Politecnico di Milano) e Alessandra Pesce, direttrice centro politiche e bioeconomia del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (CREA), insieme per spiegare come Gestire l’incertezza, chiamando l’attenzione sullo scenario della filiera agricola e agroalimentare italiana tra crisi energetica e innovazione digitale. Le condizioni per liberare le energie e le eccellenze del territorio entrano invece in scena attraverso le parole di Fabio Rolfi, assessore all’agricoltura, alimentazione e sistemi verdi di Regione Lombardia, Massimo Rossini, vicepresidente Federchimica Assofertilizzanti, e Francesco Fortuna, capo di Gabinetto, ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali (ore 18.10), che anticipano la consegna del premio Agricoltura mantovana: a riceverlo quest’anno è la scienziata e senatrice a vita Elena Cattaneo, attesa sul palco alle 18.35. Infine, conclude la giornata l’intervista in collegamento digitale a Dirk Inzè, direttore del VIB-UGent Center for Plant Systems Biology, membro del Consiglio Scientifico dell’ERC, che delinea il ruolo degli scienziati nella definizione delle politiche per un’agricoltura più sostenibile.

E INOLTRE…

Spettacoli, installazioni, laboratori e visite guidate sono altri dei tasselli del ricco mosaico che compongono il programma del Food&Science Festival. Domani, per esempio, riservati alle scuole, si terranno: lo spettacolo Sapore di… Fiaba, a cura di Michela Silvestri, in cui scoprire storie da tutto il mondo che hanno come filo conduttore il cibo e la sua magia (ore 10.30, Loggia del Grano), i laboratori Il bio tesoro, a cura di Alkémica Cooperativa Sociale onlus e in collaborazione con Regione Lombardia (Piazza Virgiliana, ore 9 e 10.30), speciale caccia al tesoro a tema biologico, L’acqua: che scoperta! Acqua: la risorsa della vita, entrambi a cura di Accatagliato e in collaborazione con Tea, per approfondire questo prezioso elemento (Piazza Leon Battista Alberti – Saletta – ore 9 e 10.30), la “sfida” fatta di giochi interattivi Ti piace vivere facile? proposta da AIRC – Fondazione AIRC per la Ricerca sul Cancro (Piazza Leon Battista Alberti – Loggiato – ore 9 e 13), l’itinerante Giro per il mondo: cibo e cultura di Esselunga durante cui immergersi in culture e abitudini alimentari diverse e affascinanti (Piazza Erbe, ore 9 e 10.30), e gli appuntamenti dei consorzi, A scuola di cucina con Grana Padano, (Piazza Concordia, ore 10) e A scuola di Parmigiano Reggiano, (Piazza Erbe, Palazzo della Cervetta, ore 11), rispettivamente a cura del Consorzio Tutela Grana Padano e del Consorzio Formaggio Parmigiano Reggiano.

Infine, per tutta la durata del Festival, è possibile visitare l’installazione multimediale e immersiva LUMEN. Flussi di energia tra piante, umani e altri viventi ideata e diretta da Vincenzo Guarnieri, (FRAME – divagazioni scientifiche) con la collaborazione di Federico Primavera (Sound e Interaction Design). Allestita nello spazio dell’ex Chiesa di Madonna della Vittoria, permetterà di approfondire il complesso sistema della fotosintesi, prendendo parte attivamente al processo di scambio di energia che l’installazione ricrea (dalle 9 alle 19).

Check Also

Il bilancio de “Il Bontà” a Cremonafiere

Grande successo per l’edizione 2022 del BonTà “una manifestazione divenuta ormai storica– dichiara il Presidente …