lunedì , Maggio 20 2024
Home / Comunicazione / Bandi & Opportunità / Macerata: arriva l’Albo Baby sitter

Macerata: arriva l’Albo Baby sitter

In via di costituzione sperimentale, l’Albo “Baby sitter” del Comune di Macerata, finalizzato a fornire un servizio di incontro tra domanda e offerta di lavoro di assistente all’infanzia, di cui le famiglie residenti possono avvalersi, per i minori da 0 a 12 anni.

L’Albo, è un’iniziativa dell’assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Macerata e si pone l’obiettivo di offrire un’opportunità lavorativa sia agli studenti, nell’ottica di conciliazione dei tempi studio/lavoro, che ai giovani in cerca di prima occupazione o temporaneamente inoccupati. Tale misura risulta inoltre utile anche per contrastare il fenomeno dei Neet (popolazione di età compresa tra i 15 e i 35 anni che non è né occupata né inserita in un percorso di istruzione o di formazione).

L’istituzione dell’Albo “Baby sitter” del Comune di Macerata costituisce così uno strumento di sostegno delle iniziative di conciliazione autonomamente attivate dalle famiglie e persegue l’obiettivo di qualificare l’offerta di questo tipo di servizio di cura in ambito familiare.

Possono chiedere l’iscrizione all’Albo “Baby sitter” le persone in possesso, alla data di presentazione della domanda, dei seguenti requisiti:

  • età non inferiore a 18 anni e non superiore ai 35 anni;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non aver riportato condanne penali e non avere procedimenti penali in corso;
  • studenti e studentesse degli Istituti secondari di secondo grado che abbiano compiuto il 18esimo anno di età, o in possesso di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado oppure in possesso di una laurea (triennale in Scienze dell’educazione e della formazione, classe L­19; magistrale in Scienze pedagogiche, classe LM­85; magistrale quinquennale a ciclo unico in Scienze della formazione primaria, classe LM­85 bis; titoli di studio equipollenti o equiparati ai sensi di legge; altra Laurea triennale o magistrale).

Per i cittadini di Stato non appartenente all’Unione europea, oltre ai requisiti elencati è necessario possedere regolare permesso di soggiorno o copia della ricevuta di richiesta di rilascio/rinnovo ovvero carta di soggiorno.

Check Also

innovation

Mezzogiorno, imprese: apertura dello sportello per progetti di ricerca e sviluppo

Fissati dal ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, i termini di …