giovedì , Dicembre 8 2022
Home / Comunicazione / Bandi & Opportunità / Sviluppo Impresa: un aiuto alla crescita e digitalizzazione

Sviluppo Impresa: un aiuto alla crescita e digitalizzazione

Il bando Sviluppo Impresa mira a sostenere le imprese del territorio nella fase successiva alla loro costituzione, nello sviluppo dell’attività produttiva e nella digitalizzazione e innovazione dei processi aziendali e dei prodotti, attraverso un intervento che valorizzi gli investimenti effettuati e contribuisca a consolidare un circolo virtuoso fra imprese, banche e consorzi di garanzia fidi.

L’agevolazione, consultabile sul sito della Camera di Commercio di Roma, prevede tre misure di intervento principali, sotto forma di voucher per il costo di servizi ad alto valore aggiunto erogati direttamente dai consorzi fidi in qualità di soggetti attuatori dell’iniziativa:

– voucher accompagnamento e tutoraggio start up

– voucher monitoraggio e sostegno alle Pmi

– voucher digitalizzazione e innovazione

Le misure principali sono alternative fra loro: ogni impresa può accedere ad una sola misura di intervento principale. Il valore massimo del voucher ottenibile da ciascuna impresa è pari a complessivi € 3.500,00 (tremilacinquecento) al netto dell’Iva.

Accanto a tali misure di intervento, la Camera rende disponibili due misure di intervento accessorie, volte a valorizzare gli investimenti effettuati dalle medesime imprese in uno dei tre ambiti già citati:

 – voucher abbattimento tassi in conto interesse: valore massimo € 10.000,00 (diecimila) a impresa

– voucher abbattimento costo garanzia: valore massimo € 2.500,00 (duemilacinquecento) a impresa

Le misure accessorie sono cumulabili fra loro e possono essere richieste solo se viene attivata una delle misure di intervento principali.

Beneficiari – Possono beneficiare delle agevolazioni le microimprese, le piccole imprese e le medie imprese aventi sede legale e/o unità locale iscritta presso il Registro delle Imprese della Camera.

Le imprese devono essere attive, in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese e con il pagamento del diritto annuale, e devono aver stipulato ed ottenuto un finanziamento garantito o cogarantito da un soggetto attuatore dell’iniziativa a partire dal 1° dicembre 2021.

Fra le tipologie ammesse di finanziamento rientrano le esigenze di liquidità derivanti dall’emergenza Covid-19.

Modalità di invio della domanda – La domanda di contributo deve essere presentata da uno dei Soggetti Attuatori dell’iniziativa (vai all’elenco dei soggetti attuatori), sulla base di apposita delega ricevuta dall’impresa richiedente.

Solo i soggetti attuatori possono accedere allo sportello e caricare la domanda per l’impresa interessata.

L’iniziativa ha validità fino al 31 dicembre 2022.

Check Also

Lazio: al via le domande per il bonus baby sitter

Da oggi martedì 6 dicembre e fino ad esaurimento delle risorse parte la possibilità per …