venerdì , Febbraio 3 2023
Home / Comunicazione / Bergamo, due città in una

Bergamo, due città in una

Bergamo. Una storia che racconterai

Prima di perdersi nell’azzurro delle Alpi che scolorano verso il cielo, lo sguardo incontra un meraviglioso e imponente terrazzo, affacciato sulla pianura e sui monti, che da secoli circonda i tesori d’arte e cultura racchiusi sul colle. Bergamo con le sue Mura Veneziane saluta così chi arriva. Circondata da fiumi e vallate verdissime, attraversata da sentieri che si allargano al Parco dei Colli, la grande area di verde protetto di cui fa parte, la città si presenta come un salotto da vivere tra arte, cultura e natura, una storia ricca e composita che non potrai che raccontare. Conosciuta anche come la Città dei Mille, per quei 180 giovani bergamaschi che nel 1860 partirono da qui per partecipare alla spedizione “dei Mille”, che con Garibaldi portò all’unità d’Italia, Bergamo porta scritta lungo le sue strade una storia antichissima eppure ancora tutta da vivere. Musei, opere d’arte e splendori di natura, vicoli lastricati e palazzi dalle splendide facciate, tesori d’arte sacra e contemporanea, capolavori di gusto ed enologia, eventi durante tutto l’anno: la città “di sopra e di sotto” si rivela un intreccio di piacevoli scoperte e di incontri inaspettati, come quelli con Gaetano Donizetti, grande compositore di fama internazionale, Bartolomeo Colleoni, condottiero bergamasco al servizio della Repubblica di Venezia, e Lorenzo Lotto, tra i più noti artisti rinascimentali italiani che per oltre un decennio visse e lavorò a Bergamo. Le sue pale d’altare in Città Bassa, i tesori del Duomo di Bergamo Alta e il monastero della Val d’Astino sono solo alcune delle meraviglie da scoprire seguendo i tre itinerari che si snodano sul colle e ai suoi piedi: “Le Vie della Storia” … un viaggio nello scrigno d’arte e storia circondato dalle Mura. “Le Vie del Tempo” … un percorso che porta all’esplorazione dei borghi, delle vie dello shopping, delle vie panoramiche e dei gioielli dell’Accademia Carrara. “Le Vie del Verde”… una passeggiata che conduce alla scoperta di una Bergamo rurale e affascinante, tra ex-monasteri, boschi, ville di campagna e antiche polveriere.

Da: Diario di Viaggio, Bergamo.

INFORMAZIONI UTILI

Bergamo si trova al centro della Lombardia, nel cuore del Nord Italia, e da qui è semplice spostarsi per raggiungere centri come Milano, a 50 km, Brescia, a 45 km, Venezia, a 220 km, oltre ai laghi d’Iseo, di Garda e di Como.

bergamo 2Dieci motivi per innamorarsi di Bergamo.

  1. Bergamo tra arte e natura: La bellezza di monumenti e opere d’arte in città convive con lo splendore della natura, da scoprire tra i sentieri del Parco dei Colli e all’Orto Botanico, un giardino delle meraviglie custodito in Città Alta.
  2. Due città in una:  Tremila anni di storia con una passeggiata in Città Alta e Città Bassa. Torri, cupole e campanili che raccontano una comunità, dai Celti al Liberty, passando per il Rinascimento e il Barocco
  3. Le Mura Veneziane : Una fortezza inespugnabile perfettamente conservata, tra le più importanti testimonianze dell’architettura militare del Cinquecento italiano. Uno spettacolo per la vista.
  4. Sua Maestà l’Accademia Carrara: Camminare tra i quadri di Raffaello, Tiziano, Botticelli, Canaletto, Tiepolo, Bellini, Lotto e Moroni. La storia dell’arte in una delle maggiori pinacoteche d’Italia.
  5. Gaetano Donizetti, un compositore di fama mondiale:  Un maestro della musica, la sua opera, la sua memoria. Una tradizione tenuta in vita tra eventi internazionali, musei e spettacoli nel centro città.
  6. Funicolari e Scalette Passaggi inusuali e segreti: Uno sguardo che si apre su cielo, città e pianura e si allarga fino a scorgere, nelle giornate più terse, la Madonnina del Duomo di Milano e gli Appennini.
  7. Un festival di città: Scienza, musica classica, jazz, folklore, cinema. C’è sempre un festival per chi ama la cultura, il sapere, il divertimento.
  8. La cucina che sorprende: Avete mai assaggiato i casonséi? E la polenta taragna? La cucina bergamasca è tutta da scoprire e si esprime al meglio in piatti semplici e vigorosi. Ma anche nei ristoranti pluripremiati e stellati…
  9. Una città sotterranea: C’è una Bergamo tutta da scoprire, per spiriti curiosi e amanti dell’insolito. è quella che si cela sotto le Mura di Città Alta, tra cunicoli e antiche cannoniere.
  10. Shopping da record:  Se amate la moda, siete nel posto giusto. Dalle vie dello shopping, negli eleganti borghi cittadini, al più grande centro commerciale d’Italia.

 

Bergamo City Tour, gli Itinerari

Tre percorsi pensati proprio per il turista in visita alla città, guidandolo alla scoperta delle tre anime di Bergamo – antica, moderna e verde – e di tutte le peculiarità che la contraddistinguono. Una via semplice per vivere a pieno Bergamo e il suo contesto, spaziando dai borghi alle mura, dalle vie dello shopping al centro monumentale fino allo straordinario Parco dei Colli.

Le vie della Storia

Un itinerario che conduce alla scoperta dei tesori racchiusi tra le Mura Veneziane nel cuore di Città Alta. Il percorso si snoda tra le viuzze della città vecchia alla scoperta delle piazze, dei palazzi e degli edifici di pregio, dei musei, con allestimenti tradizionali e innovativi, e delle torri dalle quali godere di un panorama mozzafiato.

Le vie del Tempo

Un percorso che attraversa i due borghi principali di Bergamo Bassa: Borgo Pignolo e Borgo San Leonardo, che racchiudono le vie storiche della Città Bassa, ora ricche di attività commerciali e negozi rinomati, sulle quali si affacciano palazzi nobiliari e chiese con opere di grande pregio quali quelle di Lorenzo Lotto e Giovan Battista Moroni. L’itinerario comprende anche l’Accademia Carrara, la GAMeC e un tratto panoramico delle Mura Veneziane.

Le vie del Verde

Un itinerario che guida alla scoperta delle meraviglie presenti nel Parco dei Colli che circonda la città. Questo polmone verde racchiude percorsi immersi nella natura e punteggiati da ville storiche e antichi nuclei rurali. Il percorso consente di raggiungere punti panoramici, come il Castello di San Vigilio, oppure di percorrere sentieri e scalette che conducono alla splendida vallata in cui si trova l’ex Monastero di Astino.

Si consiglia di verificare per ogni itinerario i giorni e gli orari di apertura dei singoli siti/attrazioni/chiese/musei

app per vivere la città

 

Bergamo da gustare

piatti bergamoLa tavola bergamasca è ricchissima di prodotti enogastronomici e quando la stagione si fa bella numerose sagre propongono piatti tipici, birre artigianali e vini locali. La qualità e l’origine dei prodotti bergamaschi è garantita dal marchio “Bergamo, città dei Mille…sapori”, mentre sulle tavole del circuito “Ristorante dei Mille…sapori” si possono assaggiare menù e piatti della tradizione dall’alto standard gastronomico garantito.

Pane, farine e fantasia

Oltre alle numerose varietà di farine di mais autoctoni per polenta, piatto principe della cucina bergamasca, anche il pane Garibalda di Casnigo, che miscela quattro diverse farine, merita davvero un assaggio.

I ravioli della tradizione bergamasca

Da provare sia gli Scarpinocc di Parre sia i Casonséi: i primi, gustosi ravioli con ripieno “magro” a base di uova, spezie e formaggi, i secondi altrettanto saporiti ravioli con ripieno di carne, salame, amaretti, uva sultanina, uova, spezie e pere.

Salumi e formaggi tra monti, valli e pianure

Ricchissima la produzione casearia della provincia, con 8 formaggi a marchio DOP: Strachìtunt, Agrì Valtorta, Branzi, Stracchino Bronzone, Taleggio, Formai de Mut, Formagella della Val di Scalve e Caprini Bergamaschi. Quando il Branzi e il burro incontrano la polenta danno vita all’imperdibile polenta taragna. Tra i salumi, da assaggiare pancetta, lardo, salame, prosciutto crudo, oltre agli insaccati come cotechino e loanghìna, una lunga salsiccia di carne suina.

Bergamo e le sue squisite dolcezze

Tra i dolci più famosi la Polenta e Osèi, dolce rivestito di pasta di mandorle gialla con piccoli uccellini di cioccolato e marzapane, la Torta del Donizetti, la Torta Sant’Alessandro e la Torta di Treviglio. Da non perdere i Biscotti di Clusone e i Biscotti di San Pellegrino. Inoltre il gelato al gusto stracciatella fu inventato da un pasticcere bergamasco.

Calici e bollicine

Pregiatissimi i vini, dal Moscato di Scanzo al Valcalepio e ben tredici le acque minerali delle fonti bergamasche, tra cui il gioiello d’esportazione mondiale, la frizzante San Pellegrino, protagonista sulle tavole dei migliori ristoranti del mondo.

Fuori rotta

Oltre le mura e i tesori di Bergamo, a pochi chilometri dalla città si trovano luoghi d’arte, cultura e spiritualità che meritano di essere scoperti. Basta un pomeriggio in più, per aggiungere un tassello di splendore a un soggiorno già indimenticabile.

Parco del Romanico degli Almenno

Un percorso tra natura e antiche chiese di epoca romanica a pochi km da Bergamo. Cuore dell’itinerario è l’affascinante rotonda di San Tomè con il vicino ex-convento femminile sede del centro di ricerca Antenna Europea del Romanico.

San Pellegrino Terme

Capolavori architettonici in stile liberty, quali il Casinò e il Grand Hotel, affacciati sul fiume Brembo, nel cuore della sua valle.

Cornello dei Tasso e Oneta di S. Giovanni Bianco

Posti nella media Valle Brembana a due passi dalla ciclovia, il primo è annoverato fra i “Borghi più belli d’Italia” e diede i natali ai fondatori del servizio postale, i Tasso, mentre il secondo conserva la casa natale di Arlecchino.

Clusone e Alzano Lombardo

Il centro storico di Clusone, Bandiera arancione del Touring Club Italiano, merita una visita, così come le Sagrestie della Basilica di San Martino e il relativo museo d’arte sacra ad Alzano Lombardo.

Sulle tracce di Papa Giovanni XXIII

Sotto il Monte è il paese d’origine del “Papa buono”, dove si snoda un itinerario tra la casa natale del Pontefice, la chiesa battesimale, Ca’ Maitino, il Giardino della Pace e la Casa del Pellegrino. Da non perdere anche altri luoghi cari al pontefice come l’abbazia romanica di S. Egidio, in frazione Fontanella, e il santuario della Cornabusa, in valle Imagna, ricavato in una grotta.

Santuario di Caravaggio

Luogo di culto e pellegrinaggio dedicato a Santa Maria del Fonte nel cuore della bassa pianura bergamasca.

Gromo e Lovere

Borghi medioevali inseriti nella classifica dei “Borghi più belli d’Italia”. Gromo è anche Bandiera arancione del Touring Club Italiano.

Laghi

Accanto al piccolo lago di Endine, ricco di avifauna e vietato ai natanti a motore, a pochi km da Bergamo si trova il lago di Iseo, con Montisola, la più estesa isola lacustre d’Europa. Proseguendo oltre Brescia si trova il Lago di Garda.

Strada dei Vini

Itinerario enologico alla scoperta delle zone del Val Calepio e del Moscato di Scanzo e in Franciacorta (provincia di Brescia), tra cantine storiche e bellezze paesaggistiche incontaminate.

Arte rupestre nella Val Camonica

Sito Unesco dedicato alle incisioni preistoriche a Capodimonte in provincia di Brescia.

Città d’arte di Lombardia e del Nord Italia

Milano (50km), Brescia (45km), Cremona (100km), Verona (100km), Mantova (140km), Torino (180km), Venezia (220km)

Bergamo a misura di bambino

Città alla portata di ogni bambino, Bergamo è un territorio ricco di attrazioni da vivere in famiglia. Bello far vivere ai bimbi l’avventura di scoprire con fantasia e vivacità Città Alta, immaginando di essere un veneziano del ‘500 che giunge nella città murata, vive nei suoi castelli e scopre le segrete delle sue mura! I bimbi saranno felici di fare lunghe escursioni sui colli, a piedi o in bici, nel bosco o lungo la Greenway, ammirando il paesaggio, gli antichi monasteri e la natura incontaminata. Da non perdere un viaggio a bordo delle due funicolari. Una città, tra arte e natura, da vivere e raccontare.

 

La descrizione completa: Diario di Viaggio, Bergamo.

 

A cura di Christian Battistoni

Check Also

Vico del Gargano, il paese di San Valentino

Un omaggio alla tradizione teatrale popolare che vede protagoniste realtà e associazioni teatrali di Rodi …