venerdì , Agosto 12 2022
Home / Comunicazione / Unsic con la Camera di Commercio Italo-Moldava per le imprese marchigiane

Unsic con la Camera di Commercio Italo-Moldava per le imprese marchigiane

moldava 2

La Camera di commercio italo-moldava (CCIM) ha presentato la sua sede di rappresentanza per le Marche e l’Abruzzo, ad Ascoli. Presente per l’Unsic il direttore del Centro Studi Luca Cefisi, e con la partecipazione del presidente delle Piccole e Medie Imprese Autotrasporto (PMIA) Roberto Galanti, la giornata ha visto un dibattito sulle opportunità commerciali nella Repubblica Moldova, di fronte a una qualificata platea di aziende del territorio. La giornata è stata promossa in occasione dell’imminenza dell’entrata in vigore in via definitiva dell’Accordo di associazione tra Unione Europea e Moldova, sinora attivo in forme transitorie. L’Accordo prevede in primo luogo l’integrazione progressiva della Moldova nello spazio economico europeo, con l’abolizione di dazi e tariffe, del visto d’ingresso per i viaggiatori, l’armonizzazione normativa, per esempio sull’origine dei prodotti. La Commissione Europea stima una crescita significativa dell’interscambio (+8% dell’export moldavo, più 16% dell’import dall’Unione Europea). L’Italia ha una tradizione importante di interscambio con questo Paese, favorita anche dalla relativa affinità delle lingue. In particolare, il tessuto aziendale delle regioni adriatiche italiane è da tempo orientato all’export verso l’Europa orientale. La buona media qualitativa della manodopera moldava contribuisce ad aumentare l’interesse per le partnership commerciali e industriali, che sembrano avere due terreni d’elezione, l’agricoltura, con l’interesse italiano a importare prodotti quali girasole, noci, mais, e la tecnologie di sviluppo software, che hanno in Moldova una tradizione recente ma già solida. D’altra parte, il forte fenomeno migratorio verso l’Italia porta, per contraccolpo, alla conoscenza e alla richiesta crescente di prodotti italiani di consumo sul mercato moldavo. Il futuro è interessante: la moldova può diventare la piattaforma di lancio delle imprese italiane verso mercati culturalmente più difficili, come quello russo. Per le Marche, in particolare, la CCIM, in collaborazione con le Camere di Commercio Industria Agricoltura e Artigianato delle diverse province, si prevede la messa a disposizione di servizi per accrescere la competitività delle imprese, informazioni e assistenza sulle opportunità di finanziamento, il sostengo alla ricerca di partner e di competenze.

Check Also

Enuip e Fenit: giorno conclusivo del percorso di formazione

Si è conclusa con successo e partecipazione la giornata finale delle attività formative dei quadri …