martedì , Agosto 9 2022
Home / Comunicazione / Facebook Marketplace, l’e-commerce del social più famoso al Mondo

Facebook Marketplace, l’e-commerce del social più famoso al Mondo

Fare shopping dal divano va sempre più di moda, anche Facebook se ne è accorto. Arriva in Italia Facebook Marketplace, l’e-commerce del social più famoso del Mondo. Lo shopping online infatti, cresce anche in un paese tradizionalista e poco incline  ai cambiamenti come l’Italia, dove per il 2017 ci si aspetta una crescita a doppia cifra, pari al 16% in più rispetto al 2016, per un giro d’affari di circa 23, 1 miliardi di euro. Una crescita sostenuta dai settori del food&grocery (+37%), con un fatturato in crescita da 593 milioni di euro a 812 milioni, dell’arredamento&home Living (+27%, a 847 milioni), dell’informatica & elettronica di consumo (+26%, con un fatturato di 3.695 milioni), dell’abbigliamento (25%, a 2.384 milioni) e dell’editoria (+18%, a 800 milioni). Questo sono i dati che emergono dall’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm – School of Management del Politecnico di Milano. 

Ma cos’è Facebook Marketplace? Semplicemente una feature che permette ad imprese e privati di pubblicare annunci online per vendere e acquistare oggetti. Facebook Marketplace è una naturale evoluzione dell’ormai spontanea consuetudine degli utenti di usufruire dei gruppi privati per generare compravendite online.

Nasce così  Marketplace,  dove si possono  pubblicare delle inserzioni complete con  foto, prezzo, titolo e descrizione dell’annuncio. Nasce come spazio virtuale tra privati che vogliono vendere e comprare oggetti ma può essere utilizzato anche da utenti business per accrescere il proprio e-commerce in un mercato praticamente infinito di 2 miliardi di utenti attivi ogni mese. Chi cerca un annuncio specifico, ha la possibilità di filtrare le inserzioni per fasci di prezzo, settore ed area geografica. Per contattare il venditore privatamente, basta inviare una messaggio privato su facebook.

Nella sezione  “Acquisto” del proprio profilo personale sarà quindi possibile visualizzare lo storico di tutte le proprie trattative concluse positivamente. Nella sezione “In vendita” si possono invece seguire tutti gli annunci messi online mediante l’utilizzo del pulsante “vendi qualcosa”.

Per ora Facebook Marketplace è una semplice vetrina di mediazione tra venditore ed acquirenti, ad utilizzo totalmente gratuito, poiché i pagamenti avvengono al di fuori del social network. Quasi sicuramente, in tempi brevi verrà anche inserito anche un servizio di gestione dei pagamenti elettronici, grazie all’utilizzo di Messanger come già avviene negli Stati Uniti.

La nuova esperienza con Marketplace non è comunque iniziata nel migliore de modi. Infatti nei paesi in cui la feature già funziona, come Stati Uniti, Regno Unito, Australia e Nuova Zelanda, un problema tecnico ha fatto si che non fosse impedita la vendita di oggetti vietati. Infatti, c’è stato chi ha venduto e comprato, tra le altre cose, «droghe, cani, armi, prestazioni sessuali, e cuccioli di riccio», come scrive il New York Times . Pare che lo staff di Facebook sia riuscito a risolvere il problema.

Come afferma Roberto Liscia, Presidente di Netcomm, “Il digitale non è più il futuro ma intride moltissimi aspetti della vita quotidiana del consumatore. Basti pensare che nel 2016 sono stati acquistati nel mondo beni e servizi online per circa 2.600 miliardi di euro, registrando una crescita del 17% rispetto al 2015 e i consumatori che acquistano online hanno raggiunto la quota di 1,4 miliardi. “. La sfida sarà quella di riuscire a creare un sorta ci commercio unificato, dove online ed offline per creare una nuova esperienza.

 Secondo Riccardo Mangiarcina. responsabile scientifico dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm –  School of Management del Politecnico di Milano, nel 2017 i gli acquisti di prodotto tramite eCommerce cresceranno del 25%, in misura maggiore di quelli di servizio che comunque registrerà una crescita dell’8%. 

Secondo la ricerca, il retail rimane comunque uno di principale settori coinvolti nella trasformazione digitale in Italia. Nasce praticamente una sorta di convergenza tra i canali fisici e digitali, una specie di e-commerce conversazionale, in cui appunto Facebook, con tutte le sue caratteristiche di Social si inserisce perfettamente. Quindi, l’acquisto online non è più asettico ma comprende la possibilità di conversare con il venditore rendendo la vendita online un “atto fisico” quasi allo stesso livello della vendita offline.

Christian Battistoni

Check Also

Dl Aiuti bis: tutte le misure approvate

Foto: governo.it Approvato ieri giovedì 4 agosto durante la seduta del Consiglio dei ministri, il …