sabato , Agosto 24 2019
Home / Comunicazione / Bandi & Opportunità / Garanzia giovani 2017

Garanzia giovani 2017

garanzia-giovani1

Il nuovo Bonus Garanzia Giovani è un contributo economico riconosciuto dallo Stato alle aziende che assumono dei giovani. Per poter rientrare nel piano assunzioni, però, il giovane deve essere iscritto al programma Garanzia Giovani e deve avere un’età compresa tra i 15 e i 29 anni.

Quindi, alle imprese che vogliono assumere attraverso questo programma viene riconosciuto un bonus occupazionale per le nuove assunzioni. Inoltre, sono previsti anche incentivi per i tirocini e per i contratti di apprendistato.

Con la Legge di Stabilità 2017 lo sgravio contributivo previsto per l’azienda che assume un giovane iscritto a Garanzia Giovani è stato aumentato, tant’è che si può arrivare fino ad un massimo di 8.060€ annui per un giovane assunto con contratto a tempo indeterminato.

Il Bonus Garanzia Giovani può essere richiesto dalle imprese che assumono un giovane facendogli firmare uno dei contratti di lavoro previsti dal piano. Ecco quali sono le tipologie di contratto per cui è possibile ricevere il contributo di Garanzia Giovani:

–           tempo indeterminato;

–           tempo determinato per un periodo di 6-12 mesi;

–           tempo determinato in somministrazione ma solo se superiore a 12 mesi.

Qualora la tipologia di lavoro dovesse presentare i seguenti requisiti l’impresa non avrebbe diritto all’incentivo:

–           domestico;

–           intermittente;

–           ripartito;

–           accessorio.

Anche i tirocini sono finanziati da Garanzia Giovani, ma in questo caso è la Regione che paga il giovane. L’importo del tirocinio dovrebbe essere di un minimo di 300€ anche per il 2017, ma per averne la certezza dovremo aspettare l’approvazione ufficiale della Legge di Stabilità 2017.

Ecco nel dettaglio quali requisiti devono avere le imprese per fruire degli incentivi e delle agevolazioni di Garanzia Giovani:

–           essere situate in una delle 19 Regioni che si avvalgono del piano assunzioni (Abruzzo, Lazio, Emilia Romagna, Puglia, Friuli Venezia Giulia, Valle D’Aosta, Piemonte, Basilicata, Sicilia, Umbria, Veneto, Lombardia, Sardegna, Molise, Liguria, Toscana, Marche, Calabria);

–           devono attestare, tramite il DURC, la regolarità della contributiva obbligatoria;

–           rispettare dei CCNL;

–           devono applicare le norme di tutela sul lavoro;

–           in caso ci sia una cumulabilità dei benefici, l’importo degli incentivi non può superare il 50% dei costi salariali;

–           non devono superare l’importo incentivo dei limiti previsti dal “de minimis”.

L’azienda che ha intenzione di assumere un giovane iscritto al piano di Garanzia Giovani deve presentare una domanda preliminare all’INPS, allegando il modulo GAGI INPS per il Bonus Garanzia Giovani. Questo va compilato inserendo i dati del giovane iscritto a Garanzia Giovani che si vuole assumere, indicando la tipologia di contratto e la Regione in cui è situata l’azienda.

Una volta che è stata presentata la domanda, l’INPS verifica il possesso dei requisiti e successivamente calcola l’importo del contributo economico che spetta all’azienda. A questo punto il richiedente verrà informato dell’esito positivo della domanda ed ha 7 giorni di tempo per procedere all’assunzione o alla trasformazione del contratto. Infine, entro 14 giorni dovrà dare conferma dell’avvenuta assunzione all’INPS presentando il DiResCo.

Check Also

Concorsi: 2.329 posti al ministero della Giustizia

E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 4 Serie Speciale Concorsi ed esami n. 59 del …