martedì , Dicembre 6 2022
Home / Comunicazione / Nuovi voucher lavoro: in partenza dal 10 luglio

Nuovi voucher lavoro: in partenza dal 10 luglio

I nuovi voucher lavoro prevedono alcune regole di base comuni, ma disposizioni differenti a seconda che il lavoro occasionale sia utilizzato da una persona fisica o da un datore di lavoro

nuovi voucher lavoro

Dal 10 luglio saranno attivi online sulla piattaforma dell’Inps i nuovi voucher lavoro per famiglie e micro imprese fino a cinque dipendenti, mentre per le aziende saranno operativi i nuovi contratti di prestazione occasionale PrestO: l’annuncio arriva dal Governo e riguarda la nuova normativa sul lavoro accessorio contenuta nella legge di conversione del dl 50/2017.  Vediamo le varie forme introdotte spiegate bene dal sito “Legge per tutti”.

Nuove regole. La nuova disciplina prevede alcune regole di base comuni, ma disposizioni differenti a seconda che il lavoro occasionale sia utilizzato da una persona fisica o da un datore di lavoro. C’è un tetto pari a 5mila euro annui per ciascun lavoratore, di cui 2mila 500 possono arrivare dallo stesso datore di lavoro. Stesso limite anche per le imprese, che quindi possono pagare retribuzione da lavoro accessorio fino a un massimo di 5mila euro annui.

Libretto Famiglia. L’insieme delle disposizioni riguardanti il lavoro occasionale effettuato a vantaggio di una persona fisica si chiama «libretto famiglia» (nuovi voucher lavoro sostituiti dal libretto familiare). Il Libretto Famiglia consiste in un libretto del lavoro occasionale virtuale, cioè gestito telematicamente. La famiglia o il privato che vorrà usare questa tipologia di lavoro per piccoli lavori occasionali dovrà attivare il libretto famiglia sul sito Inps.

 

Voucher PrestO. Dal versante delle imprese i nuovi voucher si chiamano PrestO (contratto di prestazione occasionale) che sono a tutti gli effetti una nuova tipologia di contratto e consistono in un contratto di prestazione occasionale da attivare sul portale dell’Inps da parte dell’azienda o di un Consulente del Lavoro. Il pagamento di questa prestazione occasionale avverrà tramite il nuovo voucher o buono lavoro del valore generico di 9 euro netto per ogni ora di lavoro e la prestazione dovrà avere una durata minima di 4 ore.

 

Caso agricoltura. L’unico settore dove potrà cambiare il valore in base alla paga oraria del Ccnl è l’agricoltura. Il lavoro occasionale in questo settore può essere rivolto solo a pensionati di vecchiaia e invalidità, giovani con meno di 25 anni regolarmente iscritti a un ciclo di studi scolastico o universitario, disoccupati, percettori di prestazioni integrative del reddito da lavoro, REI (Reddito di Inclusione), o altre prestazioni di sostegno del reddito. In ogni caso, il lavoratore non deve essere stato iscritto l’anno prima negli elenchi anagrafici dei lavoratori agricoli.

 

Comunicazione Obbligatoria. La comunicazione obbligatoria della prestazione occasionale dei nuovi voucher lavoro PrestO e Libretto Famiglia dovrà avvenire a cura del committente o utilizzatore:

  • Libretto Famiglia: la comunicazione obbligatoria della prestazione occasionale per le famiglie va inviata tramite sito Inps o tramite contact center entro il giorno 3 del mese successivo allo svolgimento della prestazione;
  • PrestO: Le aziende devono dare apposita comunicazione almeno un’ora prima dell’inizio della prestazione.

La comunicazione in entrambi i casi potrà avvenire sul sito dell’Inps attraverso apposita piattaforma gestionale (in attivazione il 10 luglio) o tramite Contact Center.

(G.T)

Check Also

Ue, Pac 2023-27: arrivano 26,61 mld per l’Italia

Approvato dalla Commissione europea il piano strategico della Pac di Cipro e dell’Italia che entrerà …