lunedì , Febbraio 26 2024
Home / Comunicazione / Primo piano / Codogno, una quarantena che accende speranze

Codogno, una quarantena che accende speranze

E’ crollato il numero dei contagi a Codogno, il comune del lodigiano ormai famoso in tutto il mondo per aver fatto registrare il primo ricoverato da coronavirus riconosciuto in Italia. E’ una delle poche buone notizie che arrivano dal fronte dell’epidemia che sta mettendo in ginocchio il nostro Paese.

E’ vero che la cittadina ha solo 16mila residenti, per cui dopo il boom dei contagiati, fisiologicamente il dato s’è ridotto. Ed è altrettanto vero che è stata subito dichiarata “zona rossa”, per cui si è intervenuti drasticamente. Ma l’esempio di Codogno, se ben applicato in tutta Italia, può certamente essere utile.

Su questa linea è infatti il commento di Francesco Passerini, sindaco della città, oltre che presidente della Provincia di Lodi. “Siamo particolarmente felici di questo che ci sembra un grande risultato, ma vogliamo dire che noi, che siamo stati zona rossa del lodigiano, la quarantena l’abbiamo fatta seriamente, e certamente è per questo che adesso assistiamo al calo che speravamo. La battaglia non è finita, ma se manterremo tutti quanti i comportamenti intelligenti dettati dal governo allora avremo solo qualche settimana di sacrificio e poi ne saremo fuori – conclude il sindaco.

Check Also

Da marzo pensioni più alte con le nuove aliquote

Parte da marzo l’aumento delle pensioni legato alla rivisitazione delle aliquote Irpef per il periodo …