martedì , Novembre 29 2022
Home / Comunicazione / Primo piano / Covid: contributi a fondo perduto per il settore Ho.Re.Ca

Covid: contributi a fondo perduto per il settore Ho.Re.Ca

Contributi a fondo perduto per ristoranti, bar, piscine, attività di catering e organizzazione di eventi che hanno subito danni economici a causa dell’emergenza pandemica.

L’intervento è volto a mitigare gli effetti della crisi economica derivante dall’emergenza epidemiologica da Covid-19, che ha duramente colpito le imprese operanti nei settori del wedding, dell’intrattenimento, dell’organizzazione di feste e cerimonie e del settore dell’Hotellerie-Restaurant-Catering (Ho.Re.Ca), attraverso l’erogazione di un contributo a fondo perduto.

Da martedì 22 novembre, e fino al 6 dicembre i titolari delle attività interessate potranno richiedere i contributi a fondo perduto presentando domanda online all’Agenzia delle Entrate.

La misura, introdotta dal decreto “Sostegni-bis”, prevede lo stanziamento di 40 milioni di euro per il 2022 che saranno ripartiti, secondo la modalità fissata dal decreto interministeriale del 19 agosto 2022, nella misura del 70 per cento a tutti i richiedenti che presenteranno istanza, per il 20 per cento alle imprese con ricavi superiori a 400mila euro e per il 10 per cento a quelle con ricavi superiori a 1 milione di euro.

Per l’accesso al contributo 2022 è necessario che le imprese abbiano subito nel 2021 una riduzione dei ricavi non inferiore al 40 per cento rispetto ai ricavi del 2019. Per le imprese costituite nel 2020, in luogo dei ricavi, la riduzione deve far riferimento all’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dei mesi del 2020 successivi a quello di apertura della partita IVA rispetto all’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del 2021.

Il contributo sarà accreditato direttamente sul conto corrente indicato dal beneficiario nell’istanza.

Check Also

L’inquinamento in un anno ci costa 61 miliardi

Non valgono per l’Italia le buone notizie contenute nel nuovo Air Quality Report dell’Agenzia Europea …