martedì , Novembre 29 2022
Home / Comunicazione / Primo piano / Il presidente Mamone ha incontrato il ministro Fitto

Il presidente Mamone ha incontrato il ministro Fitto

Il tema del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) è stato al centro della riunione di oggi a Palazzo Chigi, presieduta dal ministro per gli Affari europei, il Sud e le Politiche di coesione, Raffaele Fitto, con i sindacati.

Domenico Mamone, presidente dell’Unsic, ha presentato un documento con le posizioni del sindacato datoriale in materia. In particolare l’Unsic evidenzia le problematiche relative alle difficoltà burocratiche e all’effettiva capacità di spesa della nostra amministrazione. “Si rileva, in particolare, un elemento potenzialmente paradossale: che sono gli stessi enti amministrativi preposti a riformare sé stessi a esercitare poteri di controllo e di riforma. A ciò si collega il rischio che per i progetti approvati il flusso di liquidità vada a singhiozzo nei vari meandri degli uffici pagatori e addetti alla contabilità, creando difficoltà alle aziende. Appare quindi necessario vigilare sull’efficienza ed efficacia dei centri di spesa – spiega l’Unsic.

Un secondo nodo, per l’associazione datoriale, riguarda le strategie, in quanto “in certe sedi viene percepito come un semplice meccanismo di finanziamento dall’alto, senza capacità di visione strategica. L’Unsic propone l’adozione di tavoli a livello regionale, a volte già nati per impulso di singoli amministratori, dove sia più presente la partecipazione delle parti sociali e quindi la voce delle aziende.

Infine l’Unsic rilancia l’acronimo F.S.O., che sta per Formazione, Sensibilizzazione e Occupazione, quali temi di priorità nelle proposte di intervento, e richiama positivamente l’esperienza del Portogallo, che ha proposto di dilatare di un anno i termini di scadenza del Pnrr, “non per diluire l’intervento ma per mettere a meglio a punto le criticità di sistema che ad oggi rileviamo, e che richiedono interventi in corso d’opera, per così dire, sulla governance e sulla macchina di gestione ed amministrazione”.

Check Also

L’inquinamento in un anno ci costa 61 miliardi

Non valgono per l’Italia le buone notizie contenute nel nuovo Air Quality Report dell’Agenzia Europea …