domenica , Agosto 7 2022
Home / Comunicazione / Primo piano / Super intelligenza artificiale: dobbiamo preoccuparci?

Super intelligenza artificiale: dobbiamo preoccuparci?

Una riflessione sui futuri possibili dell’umanità al tempo della Super Intelligenza Artificiale ad apertura della 3 giorni di UMANia2022,  la quarta edizione del più importante appuntamento nazionale sulle applicazioni dell’Intelligenza Artificiale nel marketing e nella comunicazione aziendale.

Mercoledì 6, giovedì 7 e venerdì 8 aprile presso l’Università IULM e in diretta streaming avrà luogo l’evento.

“Giungeremo mai ad avere macchine realmente intelligenti e in grado di pensare come gli esseri umani? Se sì, quando? Tali intelligenze artificiali, svilupperanno una propria coscienza? E, nel caso, saremo in grado di controllarle o, come nei tanti film distopici sul tema, ci si rivolteranno contro?“. Sono alcune delle domande a cui proveranno a rispondere il 6 aprile gli ospiti del convegno di apertura di Umania2022 dal titolo Verso la singolarità: ci dobbiamo pre-occupare della Super Intelligenza Artificiale?.

L’evento, organizzato da IULM AI Lab, il laboratorio di Intelligenza Artificiale della IULM, unisce una riflessione di alto livello sull’Intelligenza Artificiale a due giornate (7 e 8 aprile) ricchissime di interventi e workshop sulle applicazioni concrete dell’AI nel Marketing e nella Comunicazione aziendale, offrendo così due prospettive sulla rivoluzione in corso: AI for Marketing & AI for Humanity. 

Sempre nella prima giornata: verranno presentati i risultati della ricerca Imagin-AI, realizzata dallo IULM AI Lab in collaborazione con Ipsos e che ha ricostruito la percezione e l’immaginario degli Italiani rispetto all’Intelligenza Artificiale. “E’ la prima ricerca che si propone di ricostruire le visioni, le aspettative e le preoccupazioni degli italiani rispetto a un futuro, che è già presente, dove l’essere umano interagisce sempre più con tecnologie intelligenti – afferma Guido Di Fraia, Ceo di IULM AI Lab. grazie a ospiti direttamente impegnati nello sviluppo di tali soluzioni, verranno approfondite le tematiche relative al Metaverso eagli avatar umanoidi risultanti dalla digitalizzazione del corpo umanosi esploreranno alcuni dei contributi più interessanti che le tecnologie innovative legate all’Intelligenza Artificiale possono offrire alla creatività umana e all’arte.

Nei giorni successivi (7 e 8 aprile) dedicati all’AI for Marketing, che rappresenta il focus specifico dell’evento Umania,verranno approfondite le piattaforme e le soluzioni che l’AI può offrire alle aziende per le attività di marketing e comunicazione aziendale. Due giornate di presentazioni e workshop che, ripercorrendo ogni fase del funnel di conversione, mostreranno come sfruttare al meglio l’Intelligenza artificiale nelle sue varie applicazioni. 

UMANia è un appuntamento adatto alle piccole e alle medie imprese che vogliano scoprire quali siano le soluzioni disponibili già oggi per aumentare le proprie performance a costi ragionevoli e affrontabili anche da realtà di piccole dimensioni. 

UMANia 2022 sarà ulteriormente arricchita da due approfondimenti tematici “AI for Healthcare” e “AI for Hospitality and Tourism” che si svolgeranno in parallelo l’8 aprileoffrendo agli operatori la possibilità di approfondire il contributo dell’AI nei relativi settori.AI for Healthcare – avrà come focus specifico il contributo che l’intelligenza artificiale può portare nella generazione di valore  per i diversi stakeholders coinvolti e, in particolare, per i pazienti, illustrando casi esemplari e prospettive future sull’uso dell’AI nel settore.

AI for Hospitality and Tourism – approfondirà come tali industry gravemente colpite dalla pandemia, possano trovare nelle nuove tecnologie Ai powered e nell’uso dei Big Data strumenti e opportunità decisive per la ripresa del settore. Tra i protagonisti della prima giornata, Gianni Canova Magnifico Rettore dell’Università IULM, Federico Luperi, Direttore Innovazione e New Media e Responsabile Digital Pr di Adnkronos, Guido Di Fraia, Prorettore all’Innovazione e Intelligenza Artificiale IULM e CEO IULM AI Lab, Axel Cleeremans, direttore Fondo nazionale per la ricerca scientifica e professore di scienze cognitive presso il Dipartimento di psicologia dell’Université Libre de Bruxelles, Arash Ajoudani Senior Researcher Tenured presso Istituto Italiano di Tecnologia, Riccardo Manzotti Professore ordinario di filosofia teoretica IULM, Antonio Chella Professore ordinario di Robotica e Direttore Robotics Lab UniPa, Cosimo Accoto MIT Research Affiliate & Open Search Group Ambassador, Giuliano Gaia, Co-fondatore di Invisiblestudio e Docente IULM, Mauro Martino  Founder Visual Artificial Intelligence Lab IBM e molti altri.

Check Also

Dl Aiuti bis: tutte le misure approvate

Foto: governo.it Approvato ieri giovedì 4 agosto durante la seduta del Consiglio dei ministri, il …