lunedì , Agosto 15 2022
Home / Comunicazione / Scadenze fiscali giugno: Imu, Tasi e non solo. Ecco tutte le date da ricordare

Scadenze fiscali giugno: Imu, Tasi e non solo. Ecco tutte le date da ricordare

scadenze fiscali

Anche per il mese di giugno in arrivo sono previste importanti scadenze fiscali. La data più importante che contribuenti, imprese e professionisti ricordare è quella del 18 giugno 2018, termine per il versamento dell’acconto IMU e Tasi.

IMU E TASI

Come per gli anni precedenti, il percorso di calcolo e i soggetti interessati rimangono pressoché invariati. Unica variazione per le scadenze fiscali è la data: di prassi il giorno previsto è sempre stato il 16 giugno ma che quest’anno cadendo di sabato, viene fatto slittare a lunedì 18 giugno.

Facendo un breve sunto, ricordiamo per quanto riguarda il pagamento dell’Imu, i soggetti interessati sono i contribuenti che possiedono qualunque tipo di fabbricati, aree fabbricabili o terreni agricoli; tuttavia si segnala che anche nel 2018 non si paga l’Imu sulla prima casa (ad eccezione degli immobili di lusso) e che inoltre sono previste diverse tipologie di esenzione.

Stesso discorso vale per l’acconto Tasi: viene esentata la prima casa ma, in questo caso, l’obbligo di pagamento riguarda sia il possessore che il detentore nel caso di immobili in affitto.

IVA, IRPEF E INPS SOSTITUTI D’IMPOSTA

Sempre previsto per il 18 giugno, oltre alle scadenze fiscali poc’anzi citate, i contribuenti devo ricordare anche quelle relative agli adempimenti periodici come versamento Iva, Irpef e contributi Inps per i datori di lavoro che operano come sostituti d’imposta.

Nello specifico:

  • versamento Irpef delle ritenute alla fonte a titolo d’acconto operate dai sostituti d’imposta su redditi di lavoro dipendente e assimilati del mese di maggio, addizionali comunali e regionali, redditi di lavoro autonomo e provvigioni per rapporti di commissione, agenzia, mediazione e rappresentanza del mese precedente. Il versamento dovrà essere effettuato con modello F24 e codice tributo 1040, competenza 05/2018. Nello stesso modello F24 i sostituti d’imposta possono versare i contibuti Inps dovuti per le retribuzioni del mese di maggio.
  • versamento Iva per i contribuenti con liquidazione mensile relativa al mese di maggio 2018, utilizzando il modello F24 con codice tributo 6005.

MODELLO INTRASTAT

È previsto per il 25 giugno l’adempimento Intrastat per i contribuenti con obbligo di trasmissione mensile dei dati riepilogativi relativi a cessioni o prestazioni di servizi intracomunitari.

Occorre ricorda che sono obbligati ad inviare gli elenchi Intrastat i contribuenti che effettuano cessioni e/o acquisti intra UE per un importo superiore a 50.000 euro per trimestre e in merito alle modalità di trasmissione si potrà procedere o con l’invio all’Agenzia delle Dogane ovvero all’Agenzia delle Entrate.

VERSAMENTO IRPEF, IRES E IRAP

Ricordiamo da ultimo le scadenze fiscali relative al versamento del saldo e dell’acconto delle imposte sui redditi.

Come per Imu e Tasi, viene fatta slittare la data di scadenza da sabato 30 giugno a lunedì 2 luglio. Entro la stessa scadenza bisognerà procedere con il versamento della cedolare secca sugli affitti, nonché dell’Ivie, dell’Ivafe e dei contributi Inps per i contribuenti iscritti alla Gestione Separata.

Check Also

Dl Aiuti bis: tutte le misure approvate

Foto: governo.it Approvato ieri giovedì 4 agosto durante la seduta del Consiglio dei ministri, il …