domenica , Giugno 23 2024
Home / Comunicazione / Unsic per il territorio / Acri (Cosenza), successo per “Assaporagionando”

Acri (Cosenza), successo per “Assaporagionando”

“Innovazione e tipicità, per un’agricoltura più forte”, è il titolo del convegno che l’associazione “Assaporagionando” ha promosso nei giorni scorsi ad Acri, in provincia di Cosenza, nella sala “G.B. Falcone” del Palazzo Sanseverino-Falcone.

L’equilibrio fra identità e innovazione, tra passato e futuro, tra radici e prospettive future. Questa la missione di “Assaporagionando”, la manifestazione espositiva che ha ormai acquisito un profilo nazionale, soprattutto grazie al successo dell’ultima edizione. L’obiettivo è stato quindi puntato sulla compenetrazione tra questi elementi, per rendere le aziende “tradizionalmente innovative”.

Dopo i saluti di Emilio Servolino, presidente di “Assaporagionando” e l’introduzione di Alex Franzisi, direttore dell’associazione, ci sono stati gli interventi di Gianluca Gallo, assessore regionale all’Agricoltura, del consigliere regionale Ferdinando Laghi, del sindaco di Acri Pino Capalbo, di Mario Bonacci, assessore alle Attività produttive del Comune di Acri, di Domenico Mamone, presidente nazionale Unsic (Unione nazionale sindacale imprenditori e coltivatori), di Antonino Sgrò, presidente della Federazione regionale degli Ordini dei dottori agronomi e dei dottori forestali e di Paride Leporace, giornalista e scrittore. Ha concluso Francesco Armato, dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria. Ha moderato Piero Cirino, direttore di Acrinews.it.

“In linea con le passate edizioni di ‘Assaporagionando’ – ha spiegato Alex Franzisi – continua la coniugazione tra innovazione e tipicità, per non disperdere l’importante patrimonio culinario agricolo e culturale calabrese in chiave innovativa e competitiva sui mercati”. Il convegno ha dato il via alle attività 2023 dell’associazione, che grazie al supporto di esperti del settore, biologi, tecnici e imprese, darà forma ad un percorso di divulgazione e di studio per meglio individuare le strategie di valorizzazione e conoscenza delle produzioni calabresi in uno scenario nazionale. Il tutto arricchirà la XXII edizione di ‘Assaporagionando’, che anche quest’anno si terrà ad Acri, nel mese di dicembre, ponendo la località presilana al centro del dibattito agroalimentare regionale e nazionale”.

Domenico Mamone, nel suo intervento, ha ribadito la centralità dell’agricoltura, di quella sana come quella calabrese, non soltanto da un punto di vista economico, ma principalmente per la salute delle persone e del pianeta.

Partners dell’evento sono la Regione Calabria, il Comune di Acri, l’Unsic e la Federazione regionale degli Ordini dei dottori agronomi e dei dottori forestali.

Check Also

L’importanza della formazione continua in un mondo del lavoro che cambia velocemente 

Che il mercato del lavoro non sia più lo stesso di quello conosciuto fino a …