domenica , Settembre 22 2019
Home / Comunicazione / Unsic per il territorio / Il “nostro” Alessio Torquati conquista 2° posto agli European Para Youth Games

Il “nostro” Alessio Torquati conquista 2° posto agli European Para Youth Games

Si è conclusa con una medaglia d’argento l’avventura della Nazionale under di basket in carrozzina agli European Para Youth Games, svolti a Pajulathi, in Finlandia nel weekend tra il 28 e il 30 giugno.

La squadra guidata dal coach Marco Bergna, ha chiuso il girone da protagonista indiscussa con 3 vittorie su Irlanda (50-37), Finlandia (63-11) e Portogallo (51-26). Fino a doversi arrendere in finale contro una Francia, solida e cinica, che ha conquistato il torneo, superando la nazionale italiana con un netto 95 a 28.

Per gli azzurrini, digerita l’amarezza del secondo posto, rimane la consapevolezza di essere ormai una certezza consolidata nel panorama europeo e la prospettiva di un futuro sempre più da big.  Soprattutto in ragione del fatto che questa nazionale ha contato tra le sue fila tanti ragazzi alla loro prima esperienza che avranno modo di confermare il loro valore nella competizione che verranno.

European Para Youth Games
Alessio Torquati

Tra i protagonisti di questa bella avventura il nostro Alessio Torquato che oltre ad essere uno dei veterani di questa squadra, lavora presso la struttura nazionale dell’Unsic: “È stata un’esperienza incredibile ed emozionante. Ho conosciuto un gruppo unico, unito dentro e fuori dal campo di gioco. Si è creata subito armonia e complicità,  a cominciare dai tre giorni di ritiro a Seveso. È forse è stata questa la chiave che ci ha dato la forza di compiere questa bella impresa e che ci permetterà ancora di fare grandi cose”.

Ha la gioia negli occhi Alessio quando rivive i giorni della competizione: “Questa è la seconda medaglia che vinco con la nazionale dopo il terzo posto agli Europei del 2014. Per me vivere la nazionale e come vivere in famiglia.  Una famiglia che in questa edizione ha fatto un grande percorso. Certo rimane il rammarico per il secondo posto ma questo non sminuisce il valore di quello che abbiamo fatto, anzi ci regala ancora più grinta e voglia di vincere. E poi ci siamo davvero divertiti”.

Un pensiero infine per i suoi allenatori: “Senza la guida e il grande impegno del coach Marco Bergna e del suo vice Fabio Castellucci non avremmo mai raggiunto tutto questo. Per me hanno un posto nel cuore. Mi hanno visto crescere e se sono arrivato fino a qui lo devo a loro”.

Adesso per Alessio è il momento del riposto estivo per poi riprende il pallone in mano a settembre con la sua squadra il Santa Lucia Basket di Roma. Tutto con una certezza “Amo questo sport”.

Check Also

Ad ottobre la seconda edizione dell’Hse Symposium

Si terrà a Napoli venerdì 25 e sabato 26 ottobre la seconda edizione dell’“Hse Symposium …