mercoledì , Giugno 16 2021
Home / Comunicazione / Unsic per il territorio / Enuip patrocina “Ironwalk, la sfida di un uomo, la forza di tanti”

Enuip patrocina “Ironwalk, la sfida di un uomo, la forza di tanti”

Un luogo simbolo della città di Bologna, il Portico di San Luca e 500 metri di salita da percorrere con l’ausilio di un esoscheletro. Questa è la sfida annunciata nella conferenza stampa del 25 maggio da Omar Bortolacelli, trentasettenne operatore del 118 costretto su una sedia a rotelle a causa di un incidente avvenuto dieci anni fa. La data scelta per la “prova fisica in solitaria” lungo il porticato fino ad arrivare al Santuario, luogo simbolo e patrimonio storico-culturale della città bolognese, è quella del 29 giugno e segna una ricorrenza importante nella vita di Omar, il giorno del fatidico incidente che ha cambiato la sua vita ma che non ha fermato la sua inesauribile vitalità ed energia.

“Se dovevo stare fermo, nascevo albero”, ama ironizzare Omar. L’evento, promosso dall’atleta e dall’Associazione Familiari e Vittime della Strada – Basta sangue sulle strade Onlus, prenderà il nome di “Ironwalk, la sfida di un uomo, la forza di tanti” è stato concepito come un’occasione di solidarietà condivisa, di sensibilizzazione ed educazione di adulti e ragazzi sui temi dello sport come veicolo per il benessere psico-fisico, della sicurezza stradale e dei comportamenti consapevoli.

Ironwalk sarà anche un momento importante per raccogliere fondi a favore di quattro associazioni impegnate nel sociale: Di.Di. – Diversamente Disabili Onlus; AIDA – Associazione Italiana Diversamente Abili Onlus; Progetto MiFidoDiTE – by AVIS Associazione Volontari Italiani Sangue di Calderara di Reno; AFVS – Associazione Familiari e Vittime della Strada – Basta sangue sulle strade Onlus. Molti i soggetti coinvolti nell’evento: dalle aziende sponsor, Macron e Lavoropiù, agli enti istituzionali che hanno sostenuto e patrocinato l’evento, quali il comune di Bologna e di Sant’Agata Bolognese, la Regione Emilia-Romagna, l’Osservatorio per l’educazione alla sicurezza stradale e l’Enuip – Ente Nazionale Unsic Istruzione Professionale che ha scelto proprio Omar come testimonial del servizio civile universale.

Indispensabile anche il coinvolgimento tecnico di Progettiamo Autonomia Robotics, che ha messo a disposizione il Rewalk 6, l’esoscheletro motorizzato indossabile che permette alle persone con lesioni midollari di potersi alzare, camminare, salire e scendere le scale.

Già nel maggio del 2019, Omar aveva intrapreso una piccola sfida aprendo la StraBologna in pieno centro storico, percorrendo con l’esoscheletro 200 metri di tratto pianeggiante in Via Rizzoli.

Ma l’evento del 29 giugno rappresenta per Omar un ulteriore limite da superare. Il percorso prevede infatti dalla pianura alla collina una salita con un dislivello di 215 metri, e gli ultimi 500 metri, quelli che percorrerà l’atleta, sono senz’altro i più ripidi (l’ultimo tratto ha una pendenza di 18°) e faticosi a riprova che bisogna impegnarsi a fondo senza mai arrendersi per raggiungere i propri obiettivi. E’ ottimista Omar sulla riuscita dell’impresa: “La parola impossibile per me non esiste più, sicuramente riuscirò nell’impresa. Io col pensiero ho già tagliato il traguardo”.

Fiduciosi anche i partner del progetto che hanno sposato appieno la filosofia positiva e costruttiva di inclusione e rilancio dell’evento. Così Reno Insardà, presidente dell’Enuip, l’ente di formazione dell’Unsic, ha sottolineato che “Omar è un vulcano di idee in continua attività e trasmette tanta positività non solo ai diversamente abili ma anche ai cosiddetti normodotati. Dà un alto contributo alla sensibilizzazione sulla sicurezza stradale”.

Intanto il trentasettenne di Sant’Agata Bolognese si allena per prepararsi alla sfida con se stesso, con ottimismo e determinazione “per tornare ad inseguire i propri sogni, dimostrando che una rinascita è possibile anche quando non sembrano esserci strade possibili”.

Check Also

Enuip al fianco della FITArco Calabria per il biennio 2021/2022

Ha esordito il 12 giugno ad Asti la nuova divisa della FITArco Calabria, Federazione italiana …