giovedì , Giugno 13 2024
Home / Archivio notizie / Oltre frontiera / Austria, l’estate Via Iulia Augusta

Austria, l’estate Via Iulia Augusta

L’estate culturale di Via Iulia Augusta, in Austria, che sboccia dalla collaborazione tra i comuni dell’Alta Carinzia di Kötschach-Mauthen, Dellach im Gailtal e Oberdrauburg, superando confini e attraversando valli, nella stagione 2023 si concentra sul dialogo tra lingua e musica.

Il programma prevede 11 eventi: sarà una soirée letteraria-musicale a dare il La, seguita da otto concerti, una lettura con musica e un’escursione a sfondo storico e musicale. La serie di eventi combina i più diversi stili musicali con la letteratura e la bellezza del paesaggio, creando così uno spazio di esperienza culturale tutto suo e ricentrando la regione su tesori locali eppure di respiro internazionale.

MOTTO
“Voltar pagina” è il motto della stagione 2023. Il testo letterario, infatti, si accompagna alla varietà musicale. Le pagine dei libri o degli spartiti si possono sfogliare, in entrambe le direzioni. “Anche la lingua è musica, la parola ha un suono e la musica sa raccontare”, afferma Helga Pöcheim, la direttrice della rassegna. Entrambe le forme di espressione si completano, si rafforzano e si accompagnano a vicenda.

PROGRAMMA
L’evento di apertura, il 2 luglio, è un omaggio alla scrittrice Ingeborg Bachmann in occasione del 50° anniversario della sua morte. Tre autori e autrici dell’Associazione degli Scrittori della Carinzia riflettono su testi della Bachmann, mentre Friedl Rainer e Klaus Tisch li accompagnano con violoncello e fagotto. Il trombettista Lorenz Raab pratica groove, swing e improvvisazione con le tradizionali bande di ottoni, culminando in un concerto del QUINTETTO LORENZ RAAB l’8 luglio nel giardino del monastero di Kötschach.

In collaborazione con il festival CARNIARMONIE il 15 luglio invitiamo EXTRACELLO & Maria Petrova, quattro violoncelliste e un’eccellente batterista, alla stazione a monte dello skilift di Kötschach. Il giorno dopo l’ensemble si esibisce a Malborghetto. Il 19 luglioVIA FAMIGLIA accontenta gli spettatori di domani con un avventuroso viaggio nel mondo suoni. Il 21 luglio, la cantante BRINA VOGELNIK di Lubiana, con il suo trio si muove tra i mondi musicali, associando la tradizione delle canzoni popolari slovene allo jazz e sempre nuove vie di espressione sonora.

In cooperazione il festival NEI SUONI DEI LUOGHI, il 28 luglio ci si ritrova alle rovine del castello di Oberdrauburg, dove ROMANA KASHEER trasforma le poesie della scrittrice carinziana Christine Lavant in “songs” sconvolgenti. I visitatori italiani che prenotano con NSDL avranno un biglietto ridotto a 18 €.
Chiunque nell’area di lingua tedesca sia interessato alle arti sceniche, conosce l’attrice ANNE BENNENT e il fisarmonicista OTTO LECHNER che il 6 agosto fanno luce sul rapporto tra uomo e natura nei mondi letterari di Robert Walser e Franz Kafka. Il 10 agosto invece, RICCARDO TESI ed il suo BANDITALIANA TRIO incanta con un’ampia sintesi di forme e riti della tradizione toscana, sonorità mediterranee, improvvisazioni jazz e canzoni d’autore sulla terrazza panoramica dell’ospedale di Laas.

Il trio CARTAS DE LA REINA della cantante e violinista Yanet Infanzon propone, il 14 agosto nella chiesa di St. Daniel, un ampio repertorio latinoamericano-cubano, raffinato con elementi di jazz moderno, trasformando canzoni tradizionali in world music contemporanea. In ricerca delle tracce dell’insediamento preistorico sulla collina Gurina, che per oltre 1500 anni ha rappresentato un ponte per il passaggio verso nord dal Friuli attraverso le Alpi Carniche, il 18 agosto facciamo una gita a quello storico luogo, accompagnato dal versatile trombettista friulano Mirko Cisilino. Lo splendido finale della stagione andrà in scena il 19 agosto nel castello di Weidenburg vicono a Mauthen con EDDIE LUIS e i suoi BANDITI DEL JAZZ, che spaziano virtuosamente tra jazz, folk, pop, musica da ballo e da film, con una passione ed una sensibilità incredibili.

foto: ©eXtracello_NancyHorowitz

Check Also

Catalogna, dichiarato lo stato di emergenza per siccità

È una siccità senza precedenti quella che sta colpendo la Catalogna, tanto che ieri, 1° …