mercoledì , Giugno 19 2024
Home / Archivio notizie / Omaggi ai Borghi d'Italia / Gli itinerari del gusto nel Trapanese

Gli itinerari del gusto nel Trapanese

Le acque turchesi, la natura incontaminata, le cittadine ricche di storia, ma anche i sapori più autentici, regalo di una terra e di un mare generosi: nasceranno a breve da questi punti di forza i nuovi Itinerari del gusto, fortemente voluti dalla Fondazione Torri e Tonnare del Litorale Trapanese.

Le saline

Un territorio ricco di risorse e di attrattori già noti a livello nazionale e internazionale, quello coinvolto dagli Itinerari, che avranno anche l’obiettivo di allungare la stagione turistica di questo spicchio di Sicilia Occidentale.

Il progetto, finanziato dalle risorse del PO FEAMP 2014/2020, è sotteso al completamento del già ricco quadro di proposte volte a valorizzare e promuovere il territorio. Custonaci, Erice, Marsala, Mazara del Vallo, Paceco, Petrosino, San Vito lo Capo, Trapani e Valderice sono le località protagoniste del progetto in fase di realizzazione, che vuole anche valorizzare i 200 chilometri di costa del territorio, con le quattro marinerie pescherecce di Marsala, Mazara del Vallo, San Vito lo Capo e Trapani.

Non si può dunque prescindere dal mare, principale trait d’union del territorio, cuore di una cultura marinara radicata nei secoli e che oggi è risorsa fondamentale, con una flotta peschereccia che può contare su 250 imbarcazioni. Il mare di Sicilia, attrazione primaria per chi sceglie il Trapanese come destinazione per la propria vacanza, è solo una delle molte peculiarità che questo territorio può offrire. Dal Museo del Satiro di Mazara del Vallo al Museo archeologico Baglio Anselmi di Marsala – che ospita l’unico esemplare di nave punica giunta a noi – fino alla Riserva naturale integrale Saline di Trapani e Paceco e al Museo della Preistoria del Mare di Trapani. Senza dimenticare il suggestivo borgo medievale di Erice, le “muciare”, imbarcazioni utilizzate per la mattanza nel territorio di Valderice, e, ancora, la perla turistica di San Vito Lo Capo.

Gli itinerari del gusto – che saranno acquistabili comodamente online da settembre sul nuovo portale www.itineraridelgustotrapani.it, attualmente in fase di implementazione e restyling – sono pensati per intercettare le richieste dell’offerta turistica ed enogastronomica di questo territorio e racchiudono le eccellenze artistico-culturali, paesaggistiche e naturali attraverso percorsi declinati sulle squisite tipicità del territorio: dal tonno al sale, dal pescato locale al gambero rosso. La tradizione enogastronomica del territorio è un’eccellenza riconosciuta a livello internazionale, grazie anche a numerose produzioni a denominazione di origine protetta, geografica e tipica e ad alcuni presidi Slow Food.

Gli itinerari permetteranno di vivere una vacanza lenta e sostenibile – anche grazie a percorsi in bicicletta o a piedi – ricca di esperienze personalizzate alla scoperta di storia, cultura, cibo, ambiente e, non ultime, le genti di un territorio incantevole.

All’interno delle proposte si troveranno tappe legate a specificità enogastronomiche del Trapanese, valorizzate da marchi già molto noti, come le strade del vino e dell’olio e i neonati Distretti del Cibo, che racchiudono territori in cui il comparto agro-alimentare presenta un’offerta di assoluta qualità. Dall’olio Dop Val di Mazara a quello extravergine Valli Trapanesi, al vino Marsala Doc e al Doc Erice, passando attraverso gli antichi grani tumminia, russello e biancolilla.

Ancora: il gambero rosso di Mazara, il tonno rosso del Mediterraneo, la pasticceria ericina, il sale marino di Trapani IGP, l’origano, l’aglio rosso di Nubia, il pomodoro pizzutello delle valli ericine e il melone cartucciaro di Paceco.

Molte le attività pensate per non perdere nemmeno un tassello della variegata offerta del Trapanese: dalle lezioni di cucina sul cùscusu, sulle busiate e sul pesto trapanese, alla scoperta in bicicletta della Riserva naturale integrale delle Saline di Trapani e Paceco o di quella dello Stagnone, o ancora a piedi lungo il panoramico sentiero costiero della Riserva Naturale Orientata dello Zingaro, con calette di acqua turchese e scorci mozzafiato. Si andrà alla scoperta del Museo del sale o delle tradizioni enologiche di Marsala, con i suoi celebri vini; ad Erice per degustare le piccole delizie della pasticceria tipica; in visita nelle tonnare dell’area costiera per assaporare il tonno rosso del Mediterraneo. Pesce protagonista anche a Trapani, con il suo porto peschereccio e il mercato ittico: immancabile dunque un tour gastronomico nell’elegante centro storico.

Senza dimenticare Mazara del Vallo, con il suo nucleo antico che profuma di Tunisia e le deliziose specialità dei ristoranti di pesce.

Anteprima – “Itinerari del gusto”
Quattro itinerari per visitare il territorio e scoprire le eccellenze enogastronomiche del Trapanese, mentre una quinta proposta, che racchiuderà le peculiarità dei quattro pacchetti, sarà dedicata al turismo accessibile ai diversamente abili. Le proposte dettagliate saranno acquistabili online da settembre sul portale dedicato.

Tonno e tonnare
Tour nella storia delle tonnare, tra passato e presente della gastronomia di qualità. Tappe previste: stabilimento Florio di Favignana e degustazioni guidate; Museo della Torre della Tonnara di Bonagia (Valderice) e degustazioni di tonno rosso del Mediterraneo; Borgo Scurati e grotta Mangiapane; Tonnara di Scopello e borgo di Macari; Tonnara di San Vito Lo Capo.

Il sale e le sue declinazioni
Da Trapani alle saline di Trapani e Nubia, all’interno della Riserva Naturale Orientata, in bici con accompagnatore ed esperienza gastronomica; visita al Museo del sale; visita della laguna e delle saline dello Stagnone, del museo e mulino Ettore Infersa; soggiorno nel resort dell’isola Lunga, una delle isolette della laguna dello Stagnone/Mozia; Marsala e il suo vino, tour delle cantine storiche.

La cucina tradizionale con il pescato locale
Corsi di cucina sul cùscusu trapanese, busiate e pesto trapanese; visita del porto peschereccio e mercato del pesce; tour gastronomico nel centro storico di Trapani alla scoperta dei suoi ristoranti di pesce.

Il gambero rosso e il pescato del Mediterraneo
Mazara del Vallo, il porto peschereccio più grande d’Italia; visita del centro storico con la casbah, uno scrigno con forti impronte della dominazione araba; visita al Museo del Satiro; tour gastronomico tra i ristoranti di pesce e non solo.

Check Also

Cortina: no alla pista da bob da parte di associazioni ambientaliste

Una sola offerta è stata presentata lo scorso 18 gennaio alla gara di appalto della nuova …