sabato , Dicembre 5 2020
Home / Comunicazione / Agricoltura, Pesca & Ambiente / Cresce l’agricoltura biodinamica e raddoppiano le aziende agricole bio

Cresce l’agricoltura biodinamica e raddoppiano le aziende agricole bio

In costante crescita i numeri dell’agricoltura biodinamica e raddoppiate in dieci anni le aziende agricole che utilizzano questo metodo di coltivazione di matrice steineriara. Questo ciò che è emerso giovedì 12 novembre nel corso del 36esimo Convegno internazionale di biodinamica, evento biennale che si svolge ormai dal 2016, che quest’anno si è tenuto giovedì esclusivamente on line, sottoforma di webinar, in diretta dal Palazzo della Signoria di Firenze.

La manifestazione è un’occasione d’incontro e di dialogo tra agronomi, ricercatori, economisti e bioagricoltori, per confrontarsi sul contributo dell’agricoltura biodinamica alla salute dell’uomo e della terra, fra presentazioni di metodi innovativi e soluzioni inedite, riflessioni teoriche e spirituali, rappresenta un’importante opportunità di approfondimento settoriale.

“Scopo del convegno – hanno sostenuto gli ideatori dell’evento – è quello di porre l’attenzione sul valore del lavoro degli agricoltori biodinamici per la salute umana e dell’ambiente. Serve a sostenere la collaborazione tra contadini e ricercatori impegnati per il futuro della Terra e supportare gli agricoltori nel miglioramento delle proprie tecniche. La biodinamica rappresenta una possibilità concreta per fondare l’agricoltura ecologica su solide basi di pensiero. Non basta coltivare sano, la bioagricoltura deve compiere un’evoluzione radicale, che porti idee libere, relazioni giuste, economie solidali. I relatori che si alterneranno nel corso del convegno, disegneranno e testimonieranno insieme un nuovo modello agricolo, ma anche un nuovo modello di sviluppo, più sostenibile sia a livello sociale che ambientale. Realizzarlo sarà possibile se avremo il coraggio di essere il cambiamento del paradigma e di chiamare su questo il mondo a raccolta”.

L’evento è stato organizzato in collaborazione con Apab Istituto di formazione Demeter Italia e patrocinato dal ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dal ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, dal comune di Firenze, dalla regione Toscana, dal Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa dell’Università degli Studi di Firenze, dal Fondo Ambiente Italiano, dal Conaf.

Dopo il primo incontro virtuale di giovedì 12 novembre, seguiranno altre due sessioni lunedì 30 novembre e giovedì 12 dicembre, sempre all’insegna, come titola il programma del convegno, di “un’agricoltura di salute, di ricerca, innovazione e formazione per il futuro della terra”.

Check Also

pomodori

Pomodori, Italia primo trasformatore derivati. Ecco i dati Anicav

L’Italia e pomodoro legame indissolubile. Il Bel Pese si classifica al primo posto mondiale per …