domenica , Aprile 14 2024
Home / Comunicazione / Agricoltura, Pesca & Ambiente / Lollobrigida a Bruxelles, “abbiamo bisogno di modifiche sostanziali”

Lollobrigida a Bruxelles, “abbiamo bisogno di modifiche sostanziali”

ministro Francesco Lollobrigida

“La nuova Pac è stata scritta male, le deroghe vigenti sono insufficienti, abbiamo bisogno di modifiche sostanziali”. Così il ministro dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste, Francesco Lollobrigida a Bruxelles.

Ieri, 26 febbraio, durante la riunione del Consiglio europeo dei ministri dell’Agricoltura Lollobrigida ha presentato un documento su questi temi.

“Il 9 giugno, dopo le elezioni europee, l’Europa deve cambiare strada e prendere atto degli errori finora compiuti e del fatto che gli scenari mondiali sono cambiati radicalmente alla luce degli effetti della guerra in Ucraina e delle tensioni in Medio Oriente e del cambiamento delle dinamiche del mercato e della concorrenza mondiale”, riporta RaiNews.

In questo contesto servono delle modifiche sostanziali che rafforzino “il reddito dell’agricoltore in quanto manutentore del territorio”. L’Italia, in tal senso, ha un ruolo fondamentale. “Abbiamo il dovere di sentirci corresponsabili delle scelte europee ma anche di influenzarle, non sostenendo le posizioni rigide assunte dall’Europa in maniera illogica”, ha dichiarato il ministro.

Negli ultimi 16 mesi il governo ha “rimesso al centro l’agricoltura del dibattito in Italia”, ha sottolineato Lollobrigida. Grazie questa rinnovata attenzione al tema, il nostro Paese si è presentato al Consiglio Ue “con una proposta di quadro organico ancorato saldamente ai principi istitutivi del progetto europeo in cui la tutela dell’agricoltore era un punto di riferimento per l’impatto sulla sicurezza alimentare, la manutenzione del territorio e la lotta allo spopolamento”.

Intanto continuano le proteste degli agricoltori. Secondo il conteggio ufficiale della polizia, erano circa mille i trattori giunti ieri a Bruxelles da ogni parte d’Europa. In Rue de la Loi, i manifestanti sono arrivati all’altezza di uno dei tre palazzi del Consiglio, dove hanno iniziato a lanciare uova, petardi e hanno acceso roghi, riporta l’Agi. Alcuni hanno anche cercato lo scontro con la polizia, tirando pali e bottiglie, cui le forze dell’ordine hanno risposto con gas lacrimogeni e l’uso degli idranti per sedare i fuochi appiccati.

Check Also

FederUnacoma, nel primo trimestre 2024 calano le vendite di macchine agricole

Contrazione dei redditi agricoli, stretta monetaria, incertezza geopolitica e inflazione condizionano l’andamento del mercato agromeccanico. …