domenica , Agosto 7 2022
Home / Comunicazione / Agricoltura, Pesca & Ambiente / Scinna: la birra agricola calabrese

Scinna: la birra agricola calabrese

Foto: dalla pagina Facebook di Mi ‘Ndujo

La birra Scinna nasce in Calabria, nel cosentino, nel piccolo borgo collinare di Vaccarizzo Albanese, tra il mar Jonio e i monti della Sila. È un’esclusiva di Mi ‘Ndujo, il format tutto calabrese del panino genuino, con otto sedi tra Roma e Rende.

È una birra artigianale, frutto di una produzione agricola che prevede l’utilizzo di orzo coltivato esclusivamente all’interno del territorio cosentino, nel pieno rispetto della natura e con impianti di ultima generazione che permettono di mantenere pari allo zero l’impatto ambientale.

La birra agricola calabrese vuole offrire al consumatore un prodotto genuino, che parte dalla terra e viene lavorata con semplicità. Il nome “Scinna” deriva da un’espressione tipica del dialetto calabrese ed indica la facilità con cui si lascia assaporare.

Sono due le tipologie di birre al momento disponibili.

La birra bionda chiara e non filtrata dal gusto leggero e beverino, adatta a tutti i palati.

La birra ambrata, dal gusto corposo che si sposa perfettamente ai prodotti tipici calabresi.

Check Also

L’olio dell’ing. Matarazzo, l’eccellenza del Cilento

Piero Matarazzo Immersi nel Cilento, uno dei tanti meravigliosi lembi del nostro Mezzogiorno. Provincia di …