venerdì , Luglio 19 2024
Home / Comunicazione / Agricoltura, Pesca & Ambiente / Sostenibilità: in Ue raddoppia la quota di energia da fonti rinnovabili

Sostenibilità: in Ue raddoppia la quota di energia da fonti rinnovabili

rinnovabili

Aumenta in tutta Europa l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili. Secondo quanto emerso dalle rilevazioni forniti da Eurost, nel 2019, l’energia rinnovabile ha rappresentato il 22,1% del consumo totale di energia per il riscaldamento e il raffreddamento in tutto il vecchio continente

La quota dell’Unione europea di energia da fonti rinnovabili per il riscaldamento e il raffreddamento (famiglie, processi industriali, ospedali, scuole, ecc.) è quasi raddoppiata, passando dall’11,7% nel 2004 al 22,1% nel 2019.

Leader tra gli Stati europei per utilizzo di energie rinnovabili è la Svezia (66,1%), seguita da Lettonia (57,8%), Finlandia (57,5%) ed Estonia (52,3%). All’altro lato della scala, gli Stati membri dell’Unione europea con una quota di energia da fonti rinnovabili nel riscaldamento e nel raffreddamento inferiore al 10% erano Irlanda (6,3%), Paesi Bassi (7,1%), Belgio (8,3%) e Lussemburgo (8,7%). L’Italia si colloca a metà classifica con un 19,8%.

L’Islanda ha registrato una quota molto elevata di energia da fonti rinnovabili nel riscaldamento e nel raffreddamento (79,4%).

Rispetto al 2018, la quota UE di energia da fonti rinnovabili nel riscaldamento e raffreddamento ha registrato un aumento nel 2019, dal 21,2% al 22,1%. Venti Stati membri dell’Ue hanno registrato aumenti, con il più alto registrato in Slovacchia (dal 10,6% al 19,7%), Finlandia (dal 54,6% al 57,5%) e Danimarca (dal 45,5% al 48,0%).

Check Also

Crea, nel 2023 nuovi record per il mercato dell’agroalimentare

In base al Rapporto sul commercio estero dei prodotti agroalimentari realizzato dal Crea politiche e …

 

Si avvisa che gli uffici Unsic della sede nazionale rimarranno chiusi per la pausa estiva dal 12 agosto al 30 agosto 2024.

 

Le attività riprenderanno regolarmente lunedì 2 settembre 2024.