sabato , Aprile 20 2024
Home / Comunicazione / Agricoltura, Pesca & Ambiente / Ascoli Piceno: dal 22 aprile al 1 maggio “Fritto misto”

Ascoli Piceno: dal 22 aprile al 1 maggio “Fritto misto”

AscoliDal 22 aprile al primo maggio 2017 nella splendida cornice del centro storico di Ascoli Piceno sarà di scena “Fritto misto”, kermesse dedicata alle più importanti fritture delle tradizioni regionali italiane e internazionali. La rassegna, giunta ormai alla sua tredicesima edizione, è stata caratterizzata, negli anni, da un significativo successo di pubblico (le presenze dell’edizione 2016 hanno superato i 90mila partecipanti, registrando la vendita di circa 150mila assaggi), che ha premiato una formula semplice ed efficace, il cui obiettivo principale è quello di presentare la più ampia carrellata possibile sulle specialità fritte partendo da materie prime di qualità, sempre provenienti dalle regioni di origine.

Il legame con il territorio è una peculiarità dell’agricoltura italiana da valorizzare – commenta la vice presidente Anna Casini, assessore regionale all’Agricoltura. “A ‘Fritto misto’ questo connubio viene esaltato con la dovuta attenzione e con l’originalità di una manifestazione che ha saputo ritagliarsi una propria identità nel panorama nazionale”.

La Regione Marche, oltre a patrocinare l’evento, parteciperà con uno stand istituzionale dedicato al Programma di Sviluppo Rurale Marche 2014/2020, “che sarà allestito – anticipa Casini – con le immagini della nuova campagna istituzionale e animato da un calendario di appuntamenti all’insegna della convivialità, dell’approfondimento e della degustazione, realizzati grazie alla collaborazione con i produttori delle eccellenze agroalimentari regionali”.

Inoltre saranno organizzati due seminari di approfondimento, sempre “a firma” Psr Marche: il giorno di apertura, sabato 22 aprile alle ore 15.30, presso l’Area Eventi si terrà “L’Igp Marche: un nuovo inizio per l’olivicoltura regionale – Una risorsa per il Psr Marche 2014/2020” dedicato a illustrare questo importante traguardo raggiunto dall’olivicoltura regionale marchigiana, comparto d’eccellenza. Il riconoscimento premia l’impegno dei produttori e tutela il consumatore in una scelta di qualità.

Giovedì 27 aprile, alle ore 11.00 si terrà il secondo seminario “Filiere corte e mercati locali: strumenti per creare reddito e promuovere qualità” che illustrerà il bando in scadenza a fine giugno, finalizzato a promuovere l’aggregazione degli operatori economici a carattere locale, favorendo l’innovazione e l’adesione degli agricoltori a sistemi di qualità certificata.

(Giampiero Castellotti)

Check Also

agricoltura di montagna

Lombardia: 17 mln di euro per l’agricoltura di montagna

Stanziati dalla Regione Lombardia 17 milioni di euro per sostenere gli imprenditori agricoli che esercitano …

 

Si avvisa che il giorno 26 aprile 2024 gli uffici della sede Unsic nazionale resteranno chiusi.

 

Le attività riprenderanno regolarmente il 29 aprile 2024.

 

 

Si informa, inoltre, che gli uffici del Caf Unsic nazionale rimarranno operativi.