mercoledì , Giugno 19 2024
Home / Comunicazione / Bandi & Opportunità / Sicilia, 78 milioni per imprenditori agricoli under 41

Sicilia, 78 milioni per imprenditori agricoli under 41

giovani agricoltori

Favorire il ricambio generazionale e sostenere l’innovazione: questi gli obiettivi del bando da 78 milioni di euro messo in campo dalla Regione Siciliana, attraverso l’assessorato dell’Agricoltura, in favore di giovani imprenditori di età inferiore ai 41 anni che si insediano per la prima volta a capo di un’azienda agricola nell’intero territorio della Sicilia.

Il sostegno consiste in un premio forfettario in conto capitale di 50 mila euro vincolato alla presentazione di un progetto di sviluppo dell’attività, sia in termini di modernizzazione che di nuovi approcci produttivi maggiormente sostenibili in termini ambientali ed economici.

La misura, prevista dall’intervento “SRE01 Insediamento giovani agricoltori”, si inserisce nell’ambito del “Programma di sviluppo rurale della Sicilia” che mira ad attrarre le nuove generazioni nel settore offrendo strumenti che favoriscano le fasi iniziali d’insediamento tra cui l’acquisizione dei terreni, dei capitali e delle conoscenze.

Le finalità, così come specifica il bando modificato rispetto alla versione precedente in base alle indicazioni condivise con i rappresentanti del settore, includono l’incremento dell’occupazione, la parità di genere, l’inclusione sociale e lo sviluppo locale nelle zone rurali.

Sono ammessi al bando i giovani agricoltori che siano in possesso dei seguenti requisiti:
C01: Al momento della proposizione della domanda di sostegno, abbiano un’età maggiore ai 18 anni e inferiore a 41 anni non compiuti.
C02: Possiedano un’adeguata formazione o competenza professionale in linea con quanto specificato nella definizione di giovane agricoltore. Se non posseduto al momento della presentazione della domanda di sostegno, tale requisito deve essere soddisfatto entro la data di conclusione del Piano Aziendale e comunque entro il termine massimo di 36 mesi dalla data di notifica del decreto di concessione.
C03: La domanda di sostegno deve essere corredata dalla presentazione di un Piano aziendale (Pa) per lo sviluppo dell’attività agricola. Al criterio C03 è collegato il seguente Obbligo.
OB01: Il Piano aziendale (Pa) da presentare unitamente alla domanda di sostegno deve inquadrare la situazione di partenza dell’insediamento, l’idea imprenditoriale che si intende attuare, le tappe essenziali che caratterizzano le attività ed i tempi di attuazione, gli obiettivi e risultati che si intende raggiungere con evidenza di quelli orientati verso la sostenibilità economica ed ambientale e verso l’utilizzo delle Ict e i mercati target.
C04: Si insedino per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo azienda secondo le condizioni contenute nelle precedenti definizioni. Il beneficiario può essere già capo azienda di un’impresa agricola e deve essersi insediato da meno di 24 mesi precedenti la presentazione della domanda di aiuto.
C05: Si insedino in un’azienda che non deriva da un frazionamento di un’azienda familiare di proprietà di parenti o affini entro il secondo grado o da una suddivisione di una società in cui siano presenti, in qualità di soci e/o amministratori, parenti o affini entro il primo grado.
Per garantire le finalità del bando, nelle società di nuova costituzione o già costituite in cui si insedia il giovane agricoltore non possono far parte della compagine societaria i parenti entro il secondo grado e gli affini entro il primo grado.
I soggetti che hanno ceduto, anche in parte, l’azienda in cui si insedia il giovane agricoltore non possono far parte, in nessun caso, della compagine societaria.
Ad insediamento avvenuto da parte del giovane agricoltore, il soggetto/i soggetti concedenti con rapporto di parentela diretta fino al secondo grado o affinità entro il primo grado non dovrà più esercitare alcuna attività agricola. Tale condizione si realizza qualora dalla verifica del fascicolo aziendale intestato al cedente sopra specificato risulti che nessuna superficie, a qualunque titolo inserita nel fascicolo, risulti condotta dallo stesso per tutta la durata dell’impegno.
Inoltre, non saranno ritenute ammissibili le domande la cui base aziendale è stata ceduta dal coniuge.
Nel caso di cessione di aziende o di terreni in comproprietà, si applicano le medesime regole di cui sopra sulla base del principio di comproprietà prevalente.
C06: Non abbiano già beneficiato del premio di primo insediamento nell’ambito della politica di sviluppo rurale comunitaria. Non è ammesso l’insediamento del giovane agricoltore, individualmente o come società, in aziende oggetto di insediamento finanziate, con provvedimento di concessione, ai sensi della Misura 6.1 del PSR 2014-2022.
Fanno eccezione i casi in cui i giovani agricoltori apportino nella società una parte di azienda di dimensione economica maggiore dei parametri minimi riportati nel paragrafo 6 – requisito C07, ma solo nel caso di insediamento in società già costituite o da costituire nelle quali il giovane agricoltore che partecipa al bando apporti ulteriori terreni di dimensione economica maggiore dei parametri minimi riportati nel paragrafo 6 – requisito C07 e solo se compatibile con il rispetto degli impegni e degli obblighi assunti dai beneficiari finanziati ai sensi della Misura 6.1 del PSR 2014-2022. La verifica del rispetto delle citate condizioni si effettua nella fase di istruttoria della domanda di sostegno e prima della pubblicazione della graduatoria.
Non sono ammessi insediamenti multipli di più giovani agricoltori, né il subentro di un soggetto diverso da colui che ha presentato la domanda di sostegno, né coloro che hanno già in corso progetti di finanziamento per la medesima finalità e non hanno ancora completato il progetto di primo insediamento.
C07: Non sono ammessi al sostegno i giovani che si insediano in aziende con una Produzione Standard minore di:
– euro 8.000 per le aziende localizzate nelle Isole minori e per le aziende localizzate in zone svantaggiate e montane;
– euro 10.000 per le aziende localizzate in altre zone diverse da quelle sopracitate;
maggiore di:
– euro 250.000 in tutti i casi.

Le domande di sostegno possono essere inviate a partire da oggi, 21 maggio, fino alle ore 00.00 del 30 settembre 2024, attraverso il portale Sian (Sistema informativo agricolo nazionale). Insieme alla domanda di sostegno, dovrà essere presentato il piano aziendale che verrà poi valutato nel corso dell’istruttoria e che deve inquadrare la situazione di partenza dell’insediamento, l’idea imprenditoriale, le tappe essenziali che caratterizzano le attività e i tempi di attuazione, gli obiettivi e risultati che si intendono raggiungere, evidenziando quelli orientati verso la sostenibilità economica ed ambientale, verso l’utilizzo delle Ict e l’indicazione dei mercati target.

Tutti i dettagli del bando, dei requisiti richiesti e delle modalità di presentazione delle domande sono disponibili al seguente link: https://svilupporurale.regione.sicilia.it/17/05/2024/intervento-sre01-insediamento-giovani-agricoltori-bando-modificato-ed-integrato/

Check Also

Bonus colonnine domestiche 2024

È stato pubblicato nei giorni scorsi, dal ministero delle Imprese e del Made in Italy …