venerdì , Settembre 25 2020
Home / Comunicazione / Bandi & Opportunità / Toscana. contributi per Microinnovazione digitale delle micro e Pmi

Toscana. contributi per Microinnovazione digitale delle micro e Pmi

digitale

Con decreto dirigenziale 14075 del 9 settembre 2020 la Regione ha approvato il bando
Sostegno per l’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese. Microinnovazione digitale delle imprese (allegato A del decreto). Con questo bando l’ente punta a sostenere,  tramite  la  concessione  di  agevolazioni  sotto  forma  di  contributo  in conto capitale. e di norma erogato nella forma di voucher, le micro e Pmi toscane colpite dalla pandemia covid 19 che acquisiscono servizi innovativi di supporto ai processi di trasformazione digitale delle imprese, da ricondurre alle tipologie di attività digitali previste nella specifica sezione del Catalogo  dei servizi avanzati e qualificati per le imprese toscane approvato con decreto 12935 del 19 agosto 2020 (di seguito “Catalogo”) e riepilogati nell’allegato B1 del bando stesso.

Il bando si inserisce nell’attuazione del PR 14 “Ricerca, sviluppo e innovazione” del Programma regionale di sviluppo 2016-2020,  della linea d’azione 1.1.2 “Sostegno per l’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese” del Programma operativo regionale (Por) del Fondo europeo di sviluppo regionale 2014-2020.
Inoltre il bando è attuato in anticipazione della rimodulazione  del  Por Fesr 2014-2020


Destinatari del bando / beneficiari. Possono presentare domande

Imprese

a) micro, piccole e medie Imprese (MPMI) compresi i liberi professionisti (equiparati alla imprese ai sensi della delibera di Giunta regionale n. 240/2017), in forma singola o associata (ATS, ATI, Rete- Contratto); le ATS, ATI e le Reti-Contratto sono ammissibili solo se costituite da almeno tre micro, piccole e medi imprese in possesso dei requisiti previsti dal paragrafo 2.2 del bando.;

b) reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto), Consorzi, Società consortili.
Le Reti- Soggetto sono ammissibili se in possesso dei requisiti previsti dal bando e solo se costituite da almeno tre micro, piccole e medi imprese con sede legale o unità locale all’interno del territorio regionale.

Scadenza e presentazione domanda. La domanda di agevolazione è redatta  esclusivamente  online,  previo  rilascio  delle  credenziali  di accesso alla piattaforma web di Sviluppo Toscana –  le istruzioni per il rilascio delle credenziali sono disponibili al seguente
https://sviluppo.toscana.it/bandi/ –  a partire dalle ore 9,00 del 17 settembre 2020 (giorno successivo alla pubblicazione del bando sul Burt: supplemento n. 163 al Burt n. 38 del 16 settembre 2020).
In attesa dello stanziamento  in  bilancio  delle  risorse derivanti  dalla riprogrammazione  del Por Fesr Toscana 2014-2020, la raccolta progettuale sarà chiusa alle ore 17.00  del  secondo giorno successivo  a  quello di  raggiungimento  delle risorse  disponibili.  Al  raggiungimento della dotazione disponibile, sarà pubblicato un avviso sul portale di inserimento delle domande gestito da Sviluppo Toscana www.sviluppo.toscana.it/bandi

In ogni caso, fatte salve eventuali e diverse determinazioni al riguardo da assumersi prima di
quella data, la raccolta progettuale sarà sospesa alle ore 23.59 del 15 novembre 2020 al fine di
verificare lo stato di attuazione 
della misura nel rispetto dei vincoli posti dalla delibera di giunta 855/2020 e l’eventuale necessità di ulteriore riprogrammazione del Por Fesr con destinazione delle risorse residue ad altro intervento.

Per consultare il bando completo visitare la pagina dedicata della Regione Toscana cliccando qui.

Check Also

ovini

Marche, bando per progetti ammodernamento di strutture mattazione ovini in area sisma

Con decreto del Dirigente della P.F. Sviluppo delle aree rurali, qualità delle produzioni e SDA …